Giovedý 29 Ottobre06:27:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ambasciatori dei vini riminesi: dai fratelli Panzeri l'idea per rilanciare la viticoltura locale

Rebola, Pagadebit, Trebbiano e Sangiovese le eccellenze da promuovere

Attualità Rimini | 11:07 - 08 Maggio 2020 Due dei tre fratelli Panzeri lanciano la loro iniziativa social Due dei tre fratelli Panzeri lanciano la loro iniziativa social.

Ambasciatori dei vini riminesi direttamente da casa propria. La proposta arriva dai fratelli Jacopo, Francesco e Matteo Panzeri, gestori di cantina Fiammetta a Croce di Rimini che in queste settimane il lavoro, seppur rallentato a causa del Covid19, hanno portato avanti le consegne a domicilio, facendosi venire questa idea. «Ci siamo detti: ma perché non bere soltanto vini di Rimini?», racconta Matteo. «Così abbiamo fatto, passando velocemente dal produttore vicino per farci consegnare le bottiglie direttamente a casa». Una nuova catena virtuale nella quale sarebbe bello coinvolgere «parenti, amici e produttori, ma anche la Strada dei vini e dei sapori dei colli di Rimini (che ha già aderito, ndc) e tutta la cittadinanza».

La proposta dei titolari allora è semplice: il giovedì tutti ambasciatori del vino made in Rimini: Rebola, Pagadebit, Trebbiano e Sangiovese. E oltre all’assaggio, i fratelli Panzeri propongono un format perfetto per i social network: una foto con una bottiglia di un’altra cantina riminese, calice in una mano e il foglio con  #IOBEVORIMINI nell’altra. «Un bel messaggio di fiducia verso i prodotti riminesi e verso il futuro. La rinascita parte anche da qui e chissà, magari si potrebbe creare un vero contest, premiando le foto più belle con bottiglie di vino o ancora meglio con visita e degustazione presso le cantine. Diventa anche tu Ambasciatore del vino made in Rimini!».