Martedý 20 Ottobre05:34:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fase due a rischio disuguaglianze, sfruttamento, precarietà e povertà: protesta sotto la Regione

La mobilitazione è in programma venerdì ed è organizzata da tre sigle sindacali del territorio

Eventi Rimini | 12:31 - 06 Maggio 2020 La conferenza stampa online di questa mattina su zoom La conferenza stampa online di questa mattina su zoom.

Venerdì 8 maggio alle 11.30 si svolgerà sotto la sede della Regione un presidio (nel rispetto delle distanze, con l'uso dei dispositivi necessari) organizzato da ADL Cobas Emilia Romagna, il Sindacato generale di base di Bologna e SI Cobas Bologna per chiedere ma anche dare risposte collettive alla gestione economica e politica dell'emergenza Coronavirus sul territorio. Secondo la neonata piattaforma, questa gestione della fase due acuirà disuguaglianze, sfruttamento, precarietà e povertà strutturali e sarà connotata dall'assenza di tutele e di diritti sociali. Così le tre sigle organizzatrici chiedono di unirsi in una lotta per il welfare, il reddito e i diritti di tutte e tutti.

«Si è privilegiato il primato della produzione sulla tutela della salute puntando sulla rapida riapertura di quei settori dell'economia e del lavoro che hanno maggiori tutele a scapito dei soggetti sociali, del lavoro e del precariato più fragili e vulnerabili. Senza dire che la rincorsa alla riapertura avviene senza reali garanzie per il diritto alla salute pubblica e nei luoghi di lavoro. Ci sono bisogni sociali impellenti, come il diritto all'abitare, un sistema di welfare regionale universalistico e inclusivo, la tenuta occupazionale e la continuità di reddito per centinaia di migliaia di lavoratori e lavoratrici».

Alla mobilitazione hanno già aderito un sacco di associazioni ed enti quali Forum per il Diritto alla Salute Bologna - Emilia Romagna, Campagna Reddito di quarantena in Emilia-Romagna, Riders Union Bologna, collettivo universitario Saperi Naviganti, YaBasta Bologna, Laboratorio Salute Popolare, Laboratorio Crash! Bologna, Cua - Bologna, Cas - Bologna, RentStrike Bolognina, Unione Inquilini Bologna, Sinistre di Opposizione di Bologna (PCI-PCL-PRC), Cobas P.I. Comune di Bologna e Cobas P.I. Sanità  Emilia Romagna.