Venerd́ 05 Giugno23:08:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

I comuni costieri a confronto con il Governo: tempo stringe, servono protocolli per le riaperture

In videoconferenza anche i sindaci di Riccione e Cattolica

Turismo Cattolica | 14:57 - 05 Maggio 2020 Spiaggia (foto di repertorio) Spiaggia (foto di repertorio).

Si è tenuta oggi (martedì 5 maggio) una videoconferenza a cui hanno partecipanti i sindaci della costa romagnola di Riccione, Cattolica, Comacchio, quelli della costa dell’Alto Adriatico di Lignano, Grado, Jesolo, Cavallino Treporti, Bibione, Chioggia, Rosolina, della costa toscana di Castiglione della Pescaia e San Vincenzo, della Costa Smeralda di Arzachena, del Gargano di Vieste e della costa campana di Sorrento e Ischia e il sottosegretario con delega al Turismo, Lorenza Bonaccorsi.

Dopo diverse lettere inviate al Governo con richieste di interventi urgenti e di incontri diretti, oggi, nella call con il sottosegretario sono state messe sul tavolo le istanze più urgenti: data di apertura delle spiagge, protocollo sanitario per lavorare in sicurezza, interventi a sostegno di imprese e lavoratori della filiera turistica e promozione.
Il sottosegretario Bonaccorsi ha assicurato che si farà portavoce delle istanze dei sindaci dei comuni delle più importanti spiagge italiane e le porterà nel prossimo Consiglio dei Ministri, chiamato entro questa settimana a deliberare il prossimo decreto. Per quanto riguarda la predisposizione dei protocolli sanitari necessari ad aprire la stagione per tutto il comparto turistico e delle spiagge, in questi giorni sono state raccolte le varie bozze, poi sottoposte al Comitato Tecnico Scientifico che farà sintesi rispetto all’andamento dei numeri e dei dati sul contagio e le discuterà nel prossimo incontro con la Conferenza Stato-Regioni. Nel decreto di fine settimana sarà previsto un pacchetto di aiuti a favore delle piccole imprese – e in queste rientreranno anche quelle della filiera turistica – dei bilanci comunali, dei lavoratori che non hanno usufruito di aiuti nei precedenti decreti.