Sabato 30 Maggio10:30:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: i giovedì della biblioteca ripartono online con Gigi Riva

Da giovedì 7 maggio quattro serate di riflessione e approfondimento

Attualità Rimini | 14:01 - 04 Maggio 2020 Biblioteca Baldini Biblioteca Baldini.

I giovedì della biblioteca, i seguitissimi appuntamenti della Baldini con incontri dedicati a cultura e attualità, si spostano online con quattro serate condotte da Gigi Riva. “Dopo il virus. Dialoghi sul futuro” è il titolo del ciclo di eventi che vedrà il giornalista già redattore-capo dell'Espresso confrontarsi sugli scenari futuri di cultura, spazi pubblici, scuola e Unione europea con quattro esperti. Vista l’impossibilità di organizzare eventi in forza delle disposizioni per il contrasto al Coronavirus, gli incontri saranno pubblicati online sulle pagine Facebook, profili YouTube e siti internet del comune di Santarcangelo e della Fondazione Culture Santarcangelo.

“Il ruolo della cultura” è il titolo del primo appuntamento in programma giovedì 7 maggio alle ore 21, che vedrà il giornalista Gigi Riva dialogare con Wlodek Goldkorn giornalista polacco-italiano, per molti anni responsabile del settore cultura de L’Espresso. Nell’incontro successivo, che si terrà il 14 maggio sempre alle ore 21, Gigi Riva affronterà il tema degli spazi pubblici insieme all’architetto Eduard Mijic.
Giovedì 21 maggio (ore 21) il giornalista dialogherà con lo scrittore e insegnante Marco Balzano su “Quale scuola domani” e il 28 maggio con Ilvo Diamanti, sociologo, politologo e saggista, sul tema “Noi e l’Europa”.

“Dopo le numerose iniziative promosse attraverso i canali social di biblioteca e musei, letture animate per bambini, approfondimenti, video d’archivio, e il servizio di prestito e consegna a domicilio dei libri, potenziato propri nei giorni scorsi – afferma la vicesindaca e assessora alla Cultura Pamela Fussi – la Baldini riparte ora con l’attività che l'ha sempre contraddistinta: la realizzazione di conferenze e incontri pubblici su temi diversi, dalla cultura all’attualità, rivolti a pubblici e interessi diversi, ma sempre nell’ottica dell’approfondimento con studiosi e ricercatori di consolidata esperienza. In questa situazione eccezionale che porta con sé un sentimento di incertezza per il futuro, il ruolo della cultura e della biblioteca come istituti del sapere libero, accessibile e democratico sono ancora più necessari. Con questa iniziativa intendiamo appunto fornire un approfondimento e uno spunto di riflessione su alcuni aspetti legati al futuro post-Coronavirus coinvolgendo studiosi ed esperti”.

“Oltre a questi servizi – conclude la vicesindaca Fussi – Amministrazione comunale e Fo.Cu.S. stanno mettendo a punto la riapertura del prestito direttamente presso la biblioteca con modalità e tempi che garantiscano il rispetto delle misure igienico-sanitarie”.