Marted́ 26 Maggio22:13:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ripartono i cantieri per la conservazione e la tutela del patrimonio storico a Rimini

Castel Sismondo, porta Galliana, palazzo Garampi e museo degli Sguardi in prima linea

Attualità Rimini | 11:25 - 04 Maggio 2020 Porta Galliana a Rimini Porta Galliana a Rimini.

Sono ripresi lunedì mattina i lavori di consolidamento delle mura storiche della “Rocca Malatestiana” in via Circonvallazione Occidentale, nel Comune di Rimini. Un cantiere che, affidato ad Anthea, è stato preceduto dalla pulitura dei mesi scorsi per la realizzazione del terzo stralcio del Museo Fellini. Un'opera di pulizia delle mura dalle piante infestanti che ne ricoprivano una considerevole superficie, che ha restituito una struttura in buono stato di conservazione ma che necessita di un consolidamento statico e di un restauro conservativo come quello avviato con l’apertura di questo cantiere. 

È programmata nella giornata di mercoledì 6 maggio anche la ripresa dei lavori a Porta Galliana. Nei prossimi giorni entrerà nel vivo la realizzazione di nuovi sondaggi archeologici da parte, per conto della Soprintendenza, della società AdArte. Un intervento che, a seguire, consentirà anche l’inizio della riqualificazione vera e propria nelle prossime settimane con la sistemazione a verde dello spazio che sarà arredato con sedute per realizzare di nuove aree di sosta e di incontro. Come si ricorderà diversi sono gli obiettivi del progetto di valorizzazione di Porta Galliana, ad iniziare dalla realizzazione di un’area storico-archeologica visitabile ed accessibile a tutti (posta a quota – 3,25 mt circa rispetto il piano stradale) per restituire al manufatto antico le condizioni del contesto adeguato essendo l'unica porta urbica di epoca medievale-rinascimentale fruibile, e in buona parte recuperabile, esistente a Rimini. 

Nei prossimi giorni, al via anche l’intervento di consolidamento di un paramento murario posto sul lato posteriore di palazzo Garampi, prospicente il vicolo San Martino dove si è reso necessario rinforzare le architravi delle finestre che danno luce allo scalone circolare seicentesco.

Sempre nell’ambito della conservazione e tutela dei beni del patrimonio comunale, partiranno nei prossimi giorni anche i lavori per ricostruire la copertura del museo degli Sguardi ospitato a Villa Alvarado a Covignano.