Marted́ 04 Agosto02:34:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus: zero contagi anche alla Casa Residenza Anziani Le Grazie di Covignano

Tutti negativi i tamponi effettuati al personale e agli ospiti, che tengono i contatti con i familiari tramite Skype

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 16:23 - 01 Maggio 2020 Casa Residenza Anziani Le Grazie di Covignano a Rimini Casa Residenza Anziani Le Grazie di Covignano a Rimini.

Il Coronavirus ha colpito duramente in molte strutture di ricovero per anziani, che sono diventati veri e propri focolai dell'epidemia. Nel riminese al contrario abbiamo avuto esempi virtuosi: tra essi la Casa Residenza per Anziani "Le Grazie" di Covignano, a Rimini, che ha fatto registrare zero contagi. Nel dettaglio i 53 ospiti sono risultati tutti negativi ai tamponi, così il personale, in particolare gli otto infermieri e i 23 Oss. La struttura, gestita dalla Cooperativa "Il Cigno", dal 3 marzo è chiusa e sono state quindi interdette le visite ai familiari, mentre già dai giorni precedenti erano state prese precauzioni per evitare che il virus potesse entrare e colpire i fragili ospiti: «A fine febbraio abbiamo limitato gli accessi, i parenti dovevano limitare al minimo i contatti fisici e presentarsi obbligatoriamente con i dispositivi di protezione individuali, guanti e mascherine - spiega la Responsabile Sanitaria Filomena Apicella - d'altro canto Il Cigno ci aveva messo a disposizione parte del materiale, compresi i gel disinfettanti, altro materiale lo avevamo già pronto nei nostri magazzini». Gli anziani hanno potuto però mantenere i contatti con i propri familiari attraverso le videochiamate con Whatsapp e soprattutto con Skype, un servizio gestito da un'animatrice psicologa. Nel contempo gli stessi anziani sono stati protagonisti di un gesto simbolico, la realizzazione di uno striscione, appeso all'interno della struttura, con un messaggio di grande impatto emotivo: "Lontani ma uniti". Lontani fisicamente, ma uniti e vicini con il cuore, nell'attesa che quest'emergenza sanitaria possa finalmente conoscere il suo epilogo.

ASCOLTA L'AUDIO