Mercoledý 27 Maggio10:13:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Trading online, ecco come scegliere gli asset su cui investire

Gli asset su cui lavorare e quelli da cui tenersi alla larga

Attualità Nazionale | 10:05 - 30 Aprile 2020 Trading online Trading online.

Se da una parte è vero che, quando si tratta di fare trading online, è sempre difficile parlare di regole comuni per tutti i casi e le situazioni, dall’altra è innegabile che un know how approfondito della materia porti inevitabilmente a scelte più ponderate e, sul lungo periodo, più corrette. Detto in altri termini: se da una parte sono sempre esistiti ed esisteranno sempre colpi di fortuna ed intuizioni, dall’altra i professionisti del settore hanno tutta una serie di riferimenti culturali che li portano giorno dopo giorno a scegliere per una strada piuttosto che per un’altra e, di conseguenza, per un investimento piuttosto che per un altro. D’altronde nel trading online in fin dei conti è tutta una questione di scelte ed ognuna di queste può rivelarsi decisiva in un senso o nell’altro. Ecco perché sono sempre di più gli utenti inesperti, magari avvicinatisi da poco a questo mondo, che cercano consigli su come provare ad investire al meglio: su quali siano gli asset su cui lavorare e invece quali siano quelli da cui tenersi alla larga. 

COSA SONO TRADING ED ASSET


Iniziamo col dire che per “trading online” si intendono semplicemente le “negoziazioni digitali”, ovvero la possibilità di comprare e vendere all’interno dei principali mercati di borsa di tutto il mondo approfittando di una semplice connessione ad internet e di piattaforme che lavorano da intermediari anche note col nome di “broker”: sono loro che ci permettono di entrare nei mercati virtuali e lo fanno ovviamente rispettando i più rigidi standard di sicurezza oltre che le diverse regolamentazioni imposte tanto dai singoli stati quanto dall’Unione Europea. Per “asset” invece si intende semplicemente tutto quello che possa venire acquistato, venduto o scambiato all’interno di un mercato finanziario: possiamo quindi considerare asset tanto le azioni o i bond quanto le valute o le materie prime

COME AVVIICINARSI AL TRADING ONLINE


Come già anticipato il modo migliore per avvicinarsi al trading online e, di conseguenza, quello per scegliere su quali asset investire, è semplicemente legato alla conoscenza teorica. Purtroppo nemmeno una consapevolezza profonda della materia può garantire successi al 100%, ma al contrario il fiasco è molto più probabile per tutti coloro che decideranno di lanciarsi in questo mondo senza avere dimestichezza per lo meno con le basi delle regole delle negoziazioni. Per fortuna al giorno d’oggi esistono tantissimi strumenti per aumentare la propria cultura in termini di trading online, così come esistono tanti servizi che ci consentono di operare in modalità demo: questo vuol dire che potremo simulare investimenti ed operazioni senza rischiare denaro reale, in modo tale da fare delle prove ed osservare i risultati ottenuti fino a che non ci sentiremo sufficientemente sicuri. 

SCEGLIERE BROKER E STRUMENTI FINANZIARI


Dopodiché è fondamentale scegliere il miglior broker, che spesso e volentieri sarà semplicemente quello più adatto alle nostre esigenze di investimento, quindi al nostro portafogli ed al particolare tipo di strumento finanziario che sentiamo più adatto ad i nostri investimenti; questo premettendo che stiamo ovviamente parlando di broker che dovranno essere sicuri, certificati e riconosciuti. Dopodiché si entra nel terreno delle scelte di investimento vere e proprie e da questo punto di vista i CFD risultano essere una delle vie più battute soprattutto dai neofiti del settore: la sigla sta per “contratto per differenza” e fa riferimento all’opportunità di stipulare un contratto col proprio broker scambiando la differenza di prezzo di un asset specifico (quindi di un’azione, di una valuta ecc.) valutata tra il momento dell’apertura del contratto stesso e quello della sua chiusura. I CFD sono dunque uno strumento finanziario che ci permette di trarre beneficio dall’oscillazione del valore delle azioni senza però portarci ad acquistare l’azione o, più in generale, l’asset in questione. Un’opzione che permette di investire anche a tutti coloro che magari non avrebbero la forza economica per lanciarsi in operazioni di trading più tradizionali.