Sabato 15 Agosto21:40:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, il bilancio dell'Under 15: "seconda miglior difesa, i ragazzi stavano crescendo"

Le parole dell'allenatore biancorosso Matteo D'Agostino

Sport Rimini | 16:03 - 29 Aprile 2020 I ragazzi dell'Under 15 del RImini I ragazzi dell'Under 15 del RImini.

Nuova tappa, la terza del nostro viaggio, all’interno del settore giovanile del Rimini F. C., dopo la decisione della Federazione di terminare anzitempo la stagione causa l'emergenza Covid-19.

Questa volta tocca a mister Matteo D'Agostino, tecnico della formazione Under 15, tracciare il bilancio della stagione vissuta assieme ai giovani biancorossi. "Si è trattato del primo anno di lavoro con questi ragazzi, siamo partiti in agosto con il ritiro in Carpegna, un momento sempre molto positivo e utile per conoscersi. In questi mesi abbiamo lavorato bene, ho avuto a disposizione un buon gruppo, peccato gli eventi degli ultimi mesi abbiano interrotto un percorso di crescita che stava dando buoni frutti. La zona play-off era ancora raggiungibile, eravamo ad esempio la seconda miglior difesa, indice di solidità, compattezza e buona organizzazione. Ma penso anche a  qualche sconfitta patita all'andata, ad esempio alle gare con la Carrarese o la Vis Pesaro, che nel girone di ritorno sono diventate vittorie. Chiari segnali che mostrano la crescita di questi ragazzi".

Un percorso che, nonostante il momento difficile, i giovani biancorossi stanno portando avanti con grande impegno. "Di concerto con il preparatore Matteo Rinaldi, inviamo loro un programma fisico-atletico settimanale, poi i ragazzi ci mandano dei video e dei report con i risultati del loro lavoro. Per la tecnica ho lanciato una sfida, un gioco a muretto, dove chi vincerà avrà come premio una pizza. Assieme al mio vice, Stefano Zammarchi, inviamo loro i video di alcune partite, un modo per vedersi e osservare le cose fatte bene e quelle che vanno ancora migliorate. Tutti stanno lavorando con grande impegno e l'applauso più grande va forse fatto per questo, per come stanno vivendo questa situazione inedita. Quando a un ragazzo di 15 anni viene tolta in qualche modo la libertà può essere un problema, loro invece si sono rimboccati le maniche, continuano a darci dentro senza mai lamentarsi, e questo credo sia indice di grande carattere". Una risposta che lascia ben sperare per quando, finalmente, si potrà riprendere a tutti gli effetti l'attività. "Non essendo il classico mese e mezzo di stop estivo, nel quale nel frattempo era possibile fare altro, è chiaro che sarà una ripresa anomala. Non dico dovremo cominciare da zero ma sicuramente ci sarà bisogno di riprendere confidenza con aspetti quali le dimensioni del campo o la tattica individuale e collettiva. Ma con la volontà e l'attaccamento alla maglia che hanno dimostrato di possedere, caratteristiche che inorgogliscono noi tecnici per essere riusciti a trasmetterle, ripartire sarà più facile".

Sergio Cingolani - Ufficio stampa e comunicazione Rimini F. C.