Sabato 28 Novembre14:59:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Si è costituito il 41enne napoletano accusato di usura verso un commerciante di auto riminese

L'uomo si nascondeva probabilmente nel parco verde di Caivano, nel napoletano

Cronaca Rimini | 15:08 - 24 Aprile 2020 Pattuglia della Polizia (foto di repertorio) Pattuglia della Polizia (foto di repertorio).

Si è costituito ieri mattina (giovedì 23 aprile), presso il carcere di Secondigliano a Napoli, il 41enne napoletano indagato per un caso di usura che ha avuto come vittima un commerciante d'auto usate riminese. Nei suoi confronti il tribunale aveva disposto, per lui e il cognato, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il cognato era stato rintracciato ad Ostia, di rientro dalla Spagna. Dalle indagini svolte dalla Polizia, il ricercato si era nascosto probabilmente nel parco verde di Caivano, nel napoletano, approfittando della copertura garantita da un clan camorritico della zona. Le ricerche hanno impegnato la Squadra Mobile della Questura di Rimini, i colleghi della Questura di Napoli e il Commissariato di Scampia.