Venerdý 30 Ottobre14:07:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coriano in videoconferenza con gli operatori economici per il rilancio post epidemia

Si è parlato del marchio Terre di Coriano come mezzo di promozione turistica

Turismo Coriano | 14:23 - 24 Aprile 2020 Il sindaco di Coriano Domenica Spinelli e l'assessore Anna Pazzaglia in videoconferenza Il sindaco di Coriano Domenica Spinelli e l'assessore Anna Pazzaglia in videoconferenza.

Ieri (giovedì 23 aprile) il sindaco di Coriano Domenica Spinelli e l'assessore Anna Pazzaglia hanno presentato in videoconferenza le proposte operative per il Progetto #CorianoRiparte. Sono stati 15 gli operatori collegati (altri sei erano interessati, ma non hanno potuto collegarsi). Il focus ha riguardato "Terre di Coriano", che, come spiega l'amministrazione comunale di Coriano in una nota, è "un marchio che comprende il territorio incantevole, i prodotti d'eccellenza e la professionalità degli operatori da sempre accoglienti verso un turismo di qualità". La piattaforma sulle "Terre di Coriano" può essere la vetrina per l'economia corianese. L'assessore al turismo Pazzagli evidenzia: «Abbiamo presentato la proposta di collaborazione con la Repubblica di San Marino con cui ci siamo già confrontati, la proposta di Massimo Poletti rispetto alla piattaforma da creare, la proposta presentata da Mirco Urbinati patron-organizzatore del transitalia Marathon, la proposta di un concorso premi come incentivi alle vendite,  la proposta di un cinema/spettacoli  all'aperto, la rivisitazione della collaborazione in atto con Le Terme di Riccione, la creazione di brochure e sito per gli aderenti a Terre di Coriano»

La ripartenza del turismo a Coriano avverrà in aggregazione dove gli spazi sono ampi per natura, con massima responsabilità nell'applicazione delle norme e sicurezza per gli operatori e per i turisti.

Il sindaco di Coriano Domenica Spinelli fa sua la frase di un operatore e rilancia: «Terre di Coriano, orgoglio corianese e unione nella ripartenza perché la voglia di ricominciare è prepotente. Adesso al lavoro per salvare posti di lavoro e riattivare l'economia. Il comune sarà al fianco di chi ha voglia di reinventarsi».