Venerdì 05 Giugno05:20:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rischia la chiusura la storica scuola Maria Bambini: "riminesi, aiutateci"

La scuola delle suore, nel centro di Rimini, chiede un aiuto alla città

Attualità Rimini | 13:39 - 24 Aprile 2020 Alcune delle insegnanti ed educatrici della scuola Maria Bambina di RImini in un'immagine da Facebook Alcune delle insegnanti ed educatrici della scuola Maria Bambina di RImini in un'immagine da Facebook.

La direzione della storica scuola delle suore di Maria Bambina di Rimini si appella alla generosità dei riminesi, chiedendo donazioni. La diminuzione delle rette (sconto del 25% su marzo, del 50% su aprile, nessun pagamento per maggio e giugno), a seguito della sospensione delle lezioni disposta per l'epidemia di Covid-19, ha infatti aggravato il bilancio della scuola paritaria che ora rischia, a settembre, di non aprire più. "Ogni riminese nato e cresciuto nel centro storico non può non ricordare, la scuola delle suore di Maria Bambina, che da più di un secolo ha accompagnato migliaia di bambini, oggi adulti, nel loro percorso scolastico e ha trasmesso loro, con il proprio metodo educativo, i valori di fratellanza, unione e aiuto dei più deboli. E proprio a quei valori oggi le suore fanno appello per provare a salvare la scuola!", si legge in una nota. L'istituto nacque grazie alla donazione della riminese Cleonice Perilli, orfana di padre e di madre, che abbraccia l'Istituto delle Suore di Carità. Cleonice, a 49 anni, il 21 novembre 1914, si fa suora di Maria Bambina, portando in dote la casa paterna di via Cavalieri 19, ora via Angherà, 21. In quella casa nasce, nel 1915, la scuola elementare privata e vi viene trasferito l'asilo, già funzionante dal 1913 presso l'Istituto Maccolini. Oggi la scuola comprende tre sezioni di scuola dell'infanzia e una sezione Primavera per un totale di circa 80 bambini.

"La sospensione della scuola non ha sospeso i costi fissi che l'Istituto deve sostenere – dichiara la Superiora suor Maria Regina de Franceschi – costi di struttura e di personale. Infatti gli ammortizzatori sociali coprono solo una parte dell'intero ammontare degli stipendi, la restante è stata messa a disposizione dall'Istituto".

"Stiamo lavorando alacremente per trovare una soluzione – aggiunge Suor Maria Regina - per questo motivo mi appello a tutte le persone che conoscono la nostra storia e i valori che ci hanno sempre guidato nella cura dei più piccoli, a coloro che hanno frequentato in fanciullezza la scuola, affinchè ci si attivi, per una raccolta fondi che ci permetta di andare avanti. Abbiamo bisogno del Vostro aiuto adesso, domani o tra un mese sarà troppo tardi!"

La Scuola ha quindi aperto una campagna di fundraising con donazioni, che possono essere effettuate sull'IBAN IT81R0623024293000030157417 a partire da subito. Info donazioni mail mbambinaanghera@libero.it, numero di telefono 0541/780066.