Mercoledý 05 Agosto04:44:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ipotesi picco e sempre meno positivi: ecco come procede la pandemia da nuovo Coronavirus a Rimini

Un grafico riporta l'andamento dal 25 febbraio. Picco già passato e positivi in constante calo

Attualità Rimini | 08:12 - 24 Aprile 2020 Il grafico sull'andamento della pandemia di Altarimini.it Il grafico sull'andamento della pandemia di Altarimini.it.

di Francesca Valente


Fin dai primi bollettini della Prefettura di Rimini sull'andamento della pandemia da nuovo Coronavirus nella nostra provincia, si è reso subito necessario avere sotto mano uno strumento per poter visualizzare e comparare rapidamente i dati, in formato numerico ma anche grafico, così da capire effettivamente cosa si nasconde dietro quella somma costante di nuovi casi che ha portato il risultato totale a 1911 e che sembra non scendere.

Allo stato attuale la compilazione ha raggiunto un livello accettabile, che non sarà mai precisa per via delle iniziali imprecisioni nella comunicazione dei dati, dall'uso talvolta improprio del termine "contagiati" (che sì, in italiano significa affetti da una patologia, ma che nella narrazione internazionale dell'andamento della pandemia da Sars-Cov-2 vuol dire "somma di casi positivi, morti e guariti") o dalla somma per un certo intervallo di tempo dei totalmente guariti (quindi le persone che hanno presentato doppio tampone negativo) con i clinicamente guariti (quindi le persone uscite di quarantena ma non sempre testate con il tampone per accertare la loro negativizzazione al virus).


Per visualizzare la tabella completa clicca qui



Ipotesi picco

Il dato non è ancora stato annunciato a livello ufficiale, ma osservando il grafico nella riga riservata ai "positivi attuali" (ovvero il numero dei positivi del giorno precedente meno i guariti e i deceduti del giorno attuale/successivo) si vede chiaramente come il numero più alto sia stato raggiunto il 5 aprile. Si tratta di una supposizione personale, che attende ovviamente la conferma da parte delle istituzioni che stanno procedendo con la comunicazione dei dati.

Sempre più guariti

Il 23 aprile è stato in qualche modo un giorno di svolta: il dato degli attuali positivi (833) è stato superato da quello dei totalmente guariti (887, numero che differisce dal conteggio della Prefettura ma che viene in entrambi i casi proposto come approssimativo). Soltanto un mese prima, ovvero esattamente il 23 marzo, il numero degli attuali positivi era di 909. Si consideri che stiamo paragonando una somma totale a una risultanza giornaliera, perciò in qualche modo la comparazione può risultare scorretta dal punto di vista logico.


Percentuale di crescita giornaliera

Sono 20 giorni che la percentuale di crescita totale non supera il 3 per cento, mentre quella di crescita giornaliera è in continua decrescita dal 5 aprile.


Alcune osservazioni finali

Avendo lavorato personalmente alla sua compilazione, questo grafico contiene tutti i limiti del caso, essendo io una giornalista e non una statista né una matematica. Senza considerare che il fatto di comparare dati totali con dati riferiti a un giorno preciso può creare confusione. Ma ho fatto del mio meglio, raccogliendo anche osservazioni e correzioni prezione da parte di alcuni nostri lettori. I numeri possono essere imprecisi di qualche unità, ma l'importante è trasmettere la sostanza e il senso di quel che stanno secondo me a significare.

Dietro a questo articolo si nascondono più esigenze: offrire ai lettori degli strumenti di analisi giornalistica (imprecisi certo, ma fatti con grande passione e meticolosità e sempre passibili di osservazioni e correzioni, che si possono inviare a redazione@altarimini.it) e cercare il significato che si nasconde dietro ai numeri. Senza alcuna presunzione, ma con la necessità di vedere oltre e di lanciarsi anche un po' oltre l'ostacolo, con il rischio di essere smentiti ma con la costante necessità di confrontarsi per fare sempre meglio il proprio mestiere.


Ringrazio Angelo e Filippo per le osservazioni e le correzioni che mi hanno permesso di raggiungere lo stato attuale di costruzione della tabella e del grafico.