Marted́ 02 Giugno04:17:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid-19, sindaco Novafeltria: "orgoglioso dei miei cittadini, responsabili e altruisti"

Lettera aperta di Stefano Zanchini che annuncia: "nuova Rsa covid-19 per anziani dimessi dall'ospedale"

Attualità Novafeltria | 13:41 - 23 Aprile 2020 Il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini Il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini.

Il sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini ha pubblicato una lettera aperta alla comunità novafeltriese, elogiandone il comportamento nei quasi due mesi di "Lockwdown" (molte attività di Novafeltria avevano chiuso e ridotto l'orario ancor prima delle restrizioni imposte dal Governo e dalla Regione). Ora si avvicina la Fase 2, quella di un parziale ritorno alla normalità, con la riapertura delle attività produttive e delle attività commerciali, inoltre sarà consentita una maggior mobilità ai cittadini, fermo restando il pieno rispetto delle norme precauzionali sulle distanze e sull'uso dei dispositivi di sicurezza. Scrive il sindaco di Novafeltria, ripensando alle settimane di "Lockdown": "In questa grave situazione, ognuno di noi, nel proprio piccolo e facendo appello alla propria coscienza, si sta impegnando, soprattutto in tanti vi siete attivati a favore di persone e famiglie più fragili a cui questa emergenza ha acuito le difficoltà anche nella semplice gestione del quotidiano e nell’acquisto dei più elementari generi di prima necessità". Il sindaco esprime "profondi sentimenti di stima e gratitudine alla comunità per il comportamento tenuto e il rispetto delle ordinanze istituzionali e amministrative", ma anche per essersi dimostrata "partecipe, altruista, mobilitata per aiutare il prossimo in difficoltà" e che anche oggi "valorizza concretamente il sistema di solidarietà e di condivisione, organizzandosi con iniziative grandi e piccole per dare risposte solidali, nuove e creative". I cittadini hanno donato oltre 13.000 euro all'ospedale di Novafeltria, per rifornirlo di dispositivi di protezione e presidi sanitari, molte aziende e commercianti hanno invece donato generi di prima necessità. A proposito dell'ospedale Sacra Famiglia, viene garantito il servizio di emergenza-urgenza, ricoveri e prestazioni prioritarie. Per ciò che concerne la nuova Casa Residenza Anziani sarà invece utilizzata per ospitare gli anziani dimessi dall'ospedale, ma chiamati a osservare il periodo di quarantena in attesa del doppio tampone negativo, come ribadito dal sindaco Zanchini nella nota. Il primo cittadino conclude così la lettera alla cittadinanza: "Sono convinto che questa esperienza difficile abbia portato alla luce il vero carattere della nostra comunità, la sua capacità di fare rete e di non lasciare nessuno solo, di essere rispettosa delle regole e con un grande senso civico.   Di tutto questo dobbiamo essere orgogliosi. Io sono molto orgoglioso di rappresentare tutti voi".

Clicca qui per leggere il testo integrale