Giovedý 04 Giugno16:11:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il grazie di papa Francesco ai volontari della Giovanni XXIII impegnati al Royal di Rimini

Hanno riconvertito in 2 giorni l'hotel a struttura per l'accoglienza di pazienti Covid-positivi

Attualità Rimini | 10:33 - 22 Aprile 2020 Papa Francesco Papa Francesco.

Scritto a mano, segno di autentica vicinanza, il ringraziamento e la preghiera di papa Francesco per i volontari della comunità Papa Giovanni XXIII è un regalo grandissimo ricevuto nei giorni di organizzazione dell'isolamento all'hotel Royal di Rimini, il primo in Italia ad essersi riconvertito in struttura per accogliere persone positive al nuovo Coronavirus ma con sintomi che non richiedono il ricovero in ospedale.

«Grazie per il lavoro che fate, una vera testimonianza. Prego per tutti voi e mi piacerebbe incontrarvi» ha scritto il papa nel bigliettino indirizzato a Mirgutz, Dauda, Arben, Luca, Anna, Crhistopher, Vitali, Gianpiero, che vivono in auto-isolamento da oltre un mese al Royal dove accolgono e curano malati Covid che hanno passato la fase acuta e vengono dimessi dagli ospedali.

La prefetta di Rimini Alessandra Camporota aveva contattato la Comunità chiedendo di mettere a disposizione una casa per l'accoglienza delle persone affette dal Coronavirus, visto che gli ospedali erano in difficoltà. «Abbiamo pensato di riconvertire una struttura alberghiera che tempo addietro era stata donata alla stessa Comunità - raccontano i giovani -. Così, in tre giorni, lavorando notte e giorno, abbiamo adibito 48 camere per l'accoglienza dei malati».