Lunedý 25 Maggio22:48:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Didattica online e servizi per la sicurezza, una trentina di docenti aderisce al progetto Sgr

Il programma è attuato in collaborazione con l’istituto tecnico per il turismo "Marco Polo"

Attualità Rimini | 12:13 - 21 Aprile 2020 La copertina del progetto Sgr La copertina del progetto Sgr.

È pronto ad entrare nel vivo il servizio di sostegno tecnico all’attività didattica online messo a punto da Gruppo Sgr assieme all'istituto tecnico per il turismo “Marco Polo” di Rimini. Si intitola “Da Spettatori a protagonisti” ed è un progetto che coinvolge una trentina i docenti suddivisi in due classi, per l'utilizzo di piattaforme di didattica a distanza e di servizi per la sicurezza online.

Il calendario di lezioni, articolate a cadenza bisettimanale fino alla fine dell’anno scolastico, prende il via martedì. Lo scopo è quello di approfondire vari aspetti delle piattaforme utili allo svolgimento dell’insegnamento a distanza, nonché delle varie modalità per meglio approcciarsi agli studenti.

Gruppo Sgr ha ritenuto importante restare al fianco delle scuole fornendo gli strumenti per rendere ancor più efficace la didattica online, modalità che si è rivelata fondamentale in questa fase ma destinata a rimanere frequente anche dopo il lockdown. L’Istituto Marco Polo, partner attivo in questo progetto di ‘tutoraggio’ informatico, ha messo a disposizione di SGR un account mediante il quale supportare i docenti. Si rafforza, dunque, la collaborazione tra Gruppo SGR e le scuole del territorio, avviata con successo nei mesi scorsi con il progetto finalizzato alla prevenzione del cyberbullismo e alla promozione del buon uso della rete in sicurezza.


Da spettatori a protagonisti


“Il progetto “Da spettatori a protagonisti”, avviato da Sgr a inizio anno scolastico con 18 classi della scuola secondaria di secondo grado, ha aperto la strada ad una nuova e significativa collaborazione tra il Gruppo e la Scuola – il commento di Primula Lucarelli, progettista e formatrice, nonché partner del progetto -. Supportare gli insegnanti nell’utilizzo esperto della didattica a distanza, come fa in questo momento SGR, ha ricadute di grande valore per l’intera comunità. Perché non c’è Comunità senza la Scuola.  Gli insegnanti, grazie a questa iniziativa che si affianca al progetto “Da spettatori a protagonisti”, possono contare su un accompagnamento pratico e personalizzato, su misura rispetto alle loro necessità; gli studenti a loro volta, si vedranno proporre attività a distanza anche molto motivanti; e la collaborazione in rete tra diverse istituzioni scolastiche, per il solo fatto di avere insegnanti nella stessa classe virtuale, risulterà facilitata anche per il tempo a venire. Insomma, un ottimo investimento il cui valore non potrà sfuggire alle famiglie, rese più consapevoli, anche in conseguenza dell’attuale pandemia, sia del valore insostituibile dell’apprendimento sia della capacità di SGR di dialogare concretamente con la Scuola. Rispetto, riconoscimento dei ruoli, azione condivisa per il bene dei ragazzi, è questo il filo rosso che, attraverso il progetto, lega il Gruppo SGR alla Scuola. Ed è una bella pagina di responsabilità sociale che, per il bene dei nostri ragazzi, speriamo che altre aziende possano imitare”.