Sabato 30 Maggio20:55:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lutto nel mondo del calcio riminese, Paolo Bracalenti non ha vinto la sua lotta contro il Coronavirus

Cordoglio corale da parte di molte società sportive del territorio

Sport Riccione | 08:09 - 20 Aprile 2020

Il calcio romagnolo piange la scomparsa prematura dell'allenatore, ma anche dirigente del Riccione Calcio 1926 Paolo Bracalenti detto Il Baffo, già presidente di Tre Villaggi (braccio destro di Giorgio Grassi, attuale presidente del Rimini Calcio) poi diventata Fya Riccione. È morto a 66 anni dopo aver contratto il nuovo Coronavirus. Era ricoverato da pochi giorni all'ospedale Infermi.

In un bel video anche il ricordo, commosso e difficile, di Tiziano Marzi, Cinzio Berardi, Arianna Fabbri e Andrea Signorini.


Alcuni messaggi di cordoglio


L’ASD Riccione Calcio 1926 in questo momento di dolore si stringe alla famiglia di Giampaolo Bracalenti ringraziandolo per il tempo dedicato ai nostri ragazzi, che lo ricorderanno sempre con affetto. Tutta la dirigenza e tutti gli atleti”.

Il Rimini Football Club si unisce al cordoglio per la scomparsa di Paolo Bracalenti, uomo di sport e figura di primo piano nel panorama calcistico riccionese. Il presidente Giorgio Grassi, che con Paolo per tanti anni ha condiviso il cammino, e il Rimini F. C. tutto si stringono attorno alla famiglia Bracalenti con un abbraccio affettuoso”.

Oggi è un altro giorno triste per il calcio giovanile e dilettantistico, ci ha lasciato Paolo Bracalenti, storico dirigente e presidente del Tre V e della Fya Riccione. Siamo stati avversari sui campi di calcio, abbiamo condiviso tante battaglie ma soprattutto la stessa passione per vedere i nostri bambini e ragazzi correre dietro a un pallone. Caro Paolo, torneremo a giocare anche per te e per tutti quei cari che questo maledetto virus ci ha portato via. Vis Misano porge le più sentite condoglianze alla famiglia Bracalenti.