Mercoledý 27 Maggio05:35:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: bilancio di previsione, ecco tutti gli interventi e opere pubbliche

L’assemblea approva accordo per messa in sicurezza della SP13bis e regolamento per videosorveglianza

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:38 - 17 Aprile 2020 Santarcangelo: bilancio di previsione, ecco tutti gli interventi e opere pubbliche

Il Consiglio comunale di giovedì 16 aprile, che si è svolto con la modalità della video conferenza, si è aperto con l'intervento della presidente Cristina Fabbri, che ha comunicato la decisione di tutti i gruppi consiliari di devolvere il gettone della seduta e quello delle commissioni a sostegno di iniziative volte al contenimento dell'emergenza sanitaria e sociale causata dal Covid-19. A seguire, la sindaca Alice Parma ha riepilogato le azioni dell'Amministrazione comunale dall'inizio dell'emergenza, chiedendo all'assemblea di osservare un minuto di raccoglimento per le vittime del Coronavirus, compreso il presidente onorario dell'Associazione Tonino Guerra, Luis Sepúlveda.

Dopo la risposta alle interrogazioni e una comunicazione dell'assessore al Bilancio, Emanuele Zangoli, in merito a un prelievo dal fondo di riserva ordinario, lo stesso Zangoli ha illustrato unitariamente i successivi sei punti all'ordine del giorno. In merito al bilancio di previsione 2020/2022, l'assessore ha ricordato che il documento è stato redatto prima dell'emergenza Covid-19, ma che la sua approvazione è funzionale all'adozione delle misure che si renderanno necessarie nei prossimi mesi, anche alla luce dei provvedimenti adottati dalla Regione e dal Governo. Zangoli ha sottolineato inoltre come non sia prevista alcuna modifica alla politica tariffaria e tributaria: Imu, Tari, addizionale Irpef e tariffe dei servizi a domanda individuale restano le stesse del 2019. Prosegue costante, inoltre, la riduzione dell'indebitamento dell'ente, mentre non sono state chieste anticipazioni di cassa alla tesoreria né rinegoziati i mutui con la Cassa depositi e prestiti, per non limitare le possibilità di spesa corrente negli esercizi futuri. Rispetto alle previsioni di entrata, l'assessore Zangoli ha precisato che per quanto riguarda sia la tassa rifiuti che gli oneri di urbanizzazione gli importi sono stimati in maniera prudenziale, perché la gestione di queste entrate si sviluppa nel corso del tempo. Nella loro relazione, ha sostanzialmente aggiunto Zangoli, i revisori hanno rilevato il pieno rispetto degli equilibri contabili, sottolineando che il bilancio dovrà essere rivisto alla luce dell’emergenza sanitaria in atto, a partire da una ricognizione sulle effettive entrate derivanti da tributi comunali e servizi a domanda individuale.

La vice sindaca e assessora ai Lavori pubblici, Pamela Fussi, ha quindi illustrato il Piano triennale delle opere pubbliche, allegato al Documento unico di programmazione. Il primo intervento in programma è il restauro e ripristino dell'accesso alle grotte di piazza Balacchi, finanziato in parte con fondi regionali; sempre nel 2020 sono previsti il secondo stralcio dei lavori per la riqualificazione della ex biblioteca, nonché interventi di miglioramento alla sede centrale della scuola media Franchini, ad altri edifici scolastici e al palazzo comunale. Programmati per il 2021 gli interventi di adeguamento sismico alle scuole Saffi e Margherita (entrambi in graduatoria per ricevere un finanziamento ministeriale), mentre per il completamento della pista ciclopedonale lungo via Trasversale Marecchia (2022) è in corso il confronto con la Provincia di Rimini, che dovrà prima realizzare l'adeguamento sismico del ponte sul Marecchia. Dal momento che i lavori già programmati hanno maggiori possibilità di intercettare fondi sovraordinati, ha concluso la vice sindaca, i prossimi che l'Amministrazione comunale ha intenzione di inserire nel Piano sono la rotatoria di via Tosi e il parco del Macabucco, oltre alla messa in sicurezza della SP13bis.

Dopo un ampio dibattito che ha visto coinvolti tutti i gruppi consiliari, l'aggiornamento del Documento unico di programmazione 2020/2022 è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza (Partito Democratico, Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo) e quelli contrari dell'opposizione (Un Bene in Comune, Lega Salvini Premier Romagna). La verifica della quantità e qualità di aree e fabbricati da destinare a residenza, attività produttive e terziario che potranno essere cedute in proprietà o in diritto di superficie – l'Amministrazione comunale ha ritenuto di non individuarne nessuna - è stata approvata con i voti favorevoli della maggioranza, l'astensione di Un Bene in Comune e il voto contrario del gruppo Lega Salvini Premier Romagna. La determinazione dell’addizionale comunale all’Irpef per l’anno 2020 è stata approvata con voto unanime, mentre i due punti successivi – modifiche al Regolamento generale delle entrate tributarie ed extratributarie comunali e al Regolamento per l’applicazione della tassa sui rifiuti – sono stati approvati con i voti favorevoli della maggioranza e quelli contrari dell'opposizione. Dopo una sospensione che ha consentito alla Giunta di riunirsi per deliberare le tariffe dei servizi a domanda individuale, il riaccertamento residui e la verifica del Fondo pluriennale vincolato, il bilancio di previsione 2020/2022 è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza e quelli contrari dell'opposizione.

A seguire, la sindaca Alice Parma ha illustrato il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza 2020/2022. Il Piano è una ricognizione di tutti i procedimenti amministrativi dell'Ente, che ha l’obiettivo di individuare quelli maggiormente a rischio di corruzione o interferenze illecite: la presentazione in Consiglio – ha detto sostanzialmente la sindaca – è raccomandata dall’ANAC nell’ottica di una sempre maggiore trasparenza e condivisione. La delibera è stata approvata con voto unanime dell'assemblea.

L'atto di ratifica del mancato esercizio del diritto di prelazione in merito al progetto ampliamento del parco clienti di Anthea è stato invece illustrato dall'assessora ai Rapporti con le società partecipate, Angela Garattoni. Con questa delibera – approvata con i voti favorevoli della maggioranza e del gruppo Lega Salvini Premier Romagna, mentre il gruppo Un Bene in Comune si è astenuto – il Consiglio ha preso atto della decisione con cui la Giunta ha consentito la cessione di alcune quote da parte del Comune di Rimini per consentire l'ingresso nella società di un altro Comune della Provincia.

La vice sindaca Fussi ha introdotto lo schema di accordo per la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento di messa in sicurezza della strada provinciale 13-bis, “Prolungamento Uso”, sottolineando l'importanza della concertazione tra cinque enti – Province di Rimini e Forlì-Cesena, Comuni di Santarcangelo, Bellaria Igea Marina e San Mauro Pascoli – per la realizzazione dell'intervento. Lo studio di fattibilità, che dovrà essere concluso entro il 30 settembre, avrà un costo di 10.000 euro anticipati dalla Provincia e poi ripartiti tra tutti gli enti coinvolti con lo stesso criterio utilizzato per la copertura dell'intervento, che ammonterà complessivamente a 1 milione di euro. Anche questa delibera è stata approvata con voto unanime.

Lo schema di convenzione per il servizio associato di Statistica (ufficio unico di vallata) è stato presentato dall’assessore ai Rapporti con l’Unione dei Comuni, Danilo Rinaldi, che ha parlato in sostanza del rinnovo di una funzione associata già in essere da diversi anni, con il rientro del Comune di Pennabilli assente dalla convenzione nel 2019.  La delibera è stata approvata con i voti favorevoli della maggioranza e quelli contrari dell'opposizione.
Successivo punto all'ordine del giorno, il Regolamento per la disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale, illustrato dall’assessore alle Politiche per la sicurezza, Filippo Sacchetti. La realizzazione del nuovo sistema di videosorveglianza, avviata nel mandato precedente in coordinamento con le forze dell'ordine, va a integrare le 20 telecamere già presenti sugli edifici pubblici e gli accessi delle zone a traffico limitato con 13 nuove telecamere stradali collocate in punti strategici del centro e delle frazioni, in particolare sulle principali vie di accesso alla città. Per poter attivare il nuovo sistema era necessario regolamentare l'utilizzo delle immagini per tutti gli aspetti legati alla gestione dei dati. Il regolamento, ha aggiunto l'assessore, dà anche la possibilità di installare successivamente altre tipologie di telecamere per contrastare, ad esempio, l'abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti. La delibera per l'istituzione del regolamento è stata approvata dal Consiglio con voto unanime.

Ultimo punto all’ordine del giorno, la mozione per la valorizzazione degli spazi pubblici e delle attività economiche in materia di decoro e arredo, arredo urbano ed accessibilità della via Giacomo Matteotti, presentata dalla consigliera Jennifer Serra (Lega Salvini premier Romagna), respinta dal Consiglio con i voti contrari della maggioranza e quelli favorevoli dell'opposizione.