Venerd́ 27 Novembre18:09:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: ladro in casa ruba la borsa mentre i proprietari cenano, beccato poco dopo dalla Polizia

Giovane denunciato anche per le norme anti-virus. Sorpresi altri tre infrattori

Cronaca Rimini | 13:11 - 16 Aprile 2020 Una voltante della Polizia di Rimini Una voltante della Polizia di Rimini.

Riprende anche se in modo del tutto sporadico l'attività illegale di alcuni soggetti residenti e attivi nel territorio riminese, pizzicati questa volta dalla Polizia di Stato, impegnata assieme a tutte le forze dell'ordine in continui controlli per accertare il rispetto delle restrizioni anti Coronavirus ma anche nell'intervento in caso di segnalazioni di reati.

Come in questo caso. Mercoledì attorno alle 21.15 una segnalazione per furto in una casa di via Panzacchi fa attivare due volanti. La prima per raccogliere la testimonianza di una coppia di coniugi, vittima del un furto di borsa in casa, la seconda per rintracciare l'autore. Ad accorgersi che c'era qualcosa di strano la donna, allertata dalla vista del cancelletto del cortile di casa inspiegabilmente aperto. Sceso per controllare cosa stesse succedendo, il marito vede il ladro afferrare la borsa della moglie e fuggire. I poliziotti lo trovato un quarto d'ora dopo la denuncia e non riescono a raccogliere spiegazioni valide. Dal momento che è sprovvisto dei documenti viene portato in Questura e identificato come autore di precedenti illeciti, come spaccio e guarda caso furti in abitazione. All’atto della perquisizione vengono presto ritrovati i soldi rubati alla signora. È così denunciato per furto in abitazione, ma anche sanzionato per l’infrazione alle prescrizioni dell’emergenza Coronavirus.

Sempre mercoledì, ma stavolta alle 14.40 in via d’Annunzio a Riccione una volante impegnata nei controlli antivirus assiste alla brusca inversione di marcia di un'auto, che viene presto inseguita nel tentativo di tornare a Rimini. A bordo due vecchie conoscenze, un 41enne di Scilla e il figlio ventenne già perseguiti per reati contro il patrimonio. Alla domanda classica rispondono che stavano cercando un medico, motivazione non ritenuta plausibile; peraltro erano già stati sanzionati quando le sanzioni anti-Covid erano reato penale. Ricevono così entrambi una sanzione maggiorata, poiché a bordo di veicolo.

Poco prima, alle 11.30 in viale Regina Margherita a Rimini una pattuglia della Polizia nota un soggetto camminare: si tratta di un 26enne albanese uscito per fare delle passeggiate riflessive, a suo dire per schiarirsi le idee rispetto agli errori commessi nel corso della sua vita. Ovviamente è stato sanzionato.