Venerd́ 27 Novembre18:26:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il cuore grande di Rimini: senza sosta l'impegno di istituzioni, enti, associazioni e volontari

In corso la distribuzione di mascherine, buoni spesa, pc, pacchi alimentari

Attualità Rimini | 13:59 - 14 Aprile 2020 La distribuzione delle mascherine nel territorio riminese La distribuzione delle mascherine nel territorio riminese.

Continua senza sosta la distribuzione gratuita porta a porta delle mascherine chirurgiche a tutta la popolazione over 65 residente sul territorio del Comune di Rimini, in modo da poter terminare la distribuzione entro la fine della settimana. Sono oltre 26 mila i nuclei famigliari con uno o più over 65 e tra questi ben 9 mila vivono da soli: a questi sta arrivando una mascherina per buchetta postale, con il prezioso aiuto di un centinaio di volontari della protezione civile, degli scout Agesci e del Team Bòta Rimini, ai quali si sono aggiunti nei giorni di Pasqua anche il sindaco Andrea Gnassi e l’assessore Jamil Sadegholvaad.

A questa azione si è aggiunta quella di distribuzione davanti a 53 esercizi commerciali del territorio, quasi terminata così come quella alle 36 farmacie del territorio. C’è anche il Pronto farmaco per consegnare medicinali a casa con l’ausilio della Croce rossa e dell’associazione nazionale Carabinieri, che risponde a circa un’ottantina di chiamate al giorno ed effettua una cinquantina di servizi quotidiani per consegnare anche 500 farmaci.

Contestualmente sono stati portati circa 400 pacchi alimentari alle famiglie bisognose segnalate dai servizi sociali confezionati grazie alla generosità di singoli, ditte e associazioni e raccolti anche da Auser e Caritas. Restando su questo tema, i buoni spesa daranno complessivamente sollievo a 5700 famiglie. Le prime 640 sono già state contattate la settimana scorsa ed è già stata effettuata la prima spesa concordata. Oltre ai buoni spesa, questa sarà anche la settimana della distribuzione di circa 4 mila pacchi viveri con prodotti di prima necessità. Sono 120 i computer in distribuzione ad altrettante famiglie per consentire a bambini e ragazzi di seguire la didattica a distanza.