Marted́ 02 Giugno02:34:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO Per Pasqua un brindisi all'Italia, alla Romagna, a Sant'Agata Feltria e a Palazzo

I residenti della piccola frazione si trovano per strada per farsi gli auguri a debita distanza

Attualità Sant' Agata Feltria | 10:31 - 14 Aprile 2020

Restare a casa se non per necessità, mantenere le distanze, lavarsi spesso le mani, rispettare le restrizioni. Ormai ce lo ripetiamo da settimane come un mantra. Ma chi è che viene a dirci di restare gioiosi, il più possibile sereni, di non dimenticare le belle tradizioni e non perdere la voglia di condividere due parole e un sorriso con il proprio vicino di casa?

Questo video pubblicato sulla pagina Facebook del ristorante "Il Palazzo", nell'omonima frazione del Comune di Sant'Agata Feltria, ci insegna che si può vivere in quarantena anche con leggerezza e ci si può mandare gli auguri di buona Pasqua anche di persona, appena fuori l'uscio di casa, senza paura che un soffio d'aria possa portare alla contrazione del virus. Un gesto che ricalca quello visto in molti altri video di persone che dai balconi o dalle finestre si lanciano aggiornamenti, consigli di cucina, canti della tradizione popolare italiana e l'immancabile Inno d'Italia.

Nel breve filmato si vede un gruppo di residenti che affacciati sulla strada, tutti a debita distanza, alzano un bicchiere in aria per brindare singolarlmente alla domenica della Risurrezione e fare così gli auguri «all'Italia, a parenti, amici e cugini lontani, ma in particolare alla Romagna, a Sant'Agata Feltria e poi a Palazzo», un brindisi a cuore stretto che fa da premessa a canti quali "Romagna e Sangiovese" e l'immancabile "Romagna mia". 

Un gesto semplice, genuino, innocente, per non scordarsi che vicini e passanti non sono nemici né untori. E che dietro quelle porte e finestre chiuse potrebbero vivere persone sensibili, emotive, sconsolate, cui un gesto così semplice potrebbe restituire quel senso di umanità e quella voglia di lottare che il distanziamento sociale hanno cominciato ad assopire.


Segnalateci le vostre storie belle redazione@altarimini.it (oggetto della mail: STORIE BELLE): le più significative saranno approfondite e pubblicate nel nostro sito.