Giovedý 04 Giugno16:58:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gnassi traccia il futuro: alberghi e spiagge con bollino di qualità per alti standard di igiene

E' la proposta del primo cittadino per intercettare il turismo al termine dell'epidemia

Turismo Rimini | 07:29 - 12 Aprile 2020 Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, davanti alla sede del Municipio Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, davanti alla sede del Municipio.

In una nota il sindaco di Rimini Andrea Gnassi affronta alcune tematiche economiche. In primis invita il governo Conte a debellare "il virus della burocrazia": le azioni intraprese per l'economia, dalla cassa integrazione straordinaria al sostegno al credito, devono essere realizzate con procedure da emergenza di guerra, non essendo accettabili "risposte del tipo ripassi tra 45-60 giorni". Il rischio infatti è che i fondi a sostegno dell'economia arrivino tardivamente, quando non ci sarà più lavoro e non ci saranno più le imprese, devastate dalla crisi economica, conseguente della crisi sanitaria. Gnassi parla anche di turismo, di innovazione sul fronte ricettivo e dei servizi turistici: in particolare di veri e propri "bollini di qualità che individuino degli health safety hotel", "con standard di igiene e qualità altissimi, rimodulazione degli spazi per garantire fornitura di servizi e giusto  distanziamento, processi di igienizzazione di eccellenza in tutti gli ambienti, dalla hall agli ascensori, alle stanze di servizio". Ma non solo: bisognerà rendere "più smart i servizi di check in e check out, utilizzare e mettere a disposizione di tutti i dispositivi di protezione individuale e di igienizzazione, riorganizzare attentamente i servizi di breakfast e di ristorazione per minimizzare e evitare il più possibile i contatti, con servizi all’aperto rivolti a piccoli gruppi, alla famiglia, o individuali, servizi  di delivery che accompagnano l’ospite e il suo soggiorno". Per le spiagge identica cosa: "Wellness safety beach, prime in Italia e in Europa e nel mondo a interpretare servizi distanziati e food delivery sicuro in spiaggia". Il primo cittadino invita così bagnini, ristoratori e albergatori, categorie non sempre caratterizzate da unità di intenti, a cooperare per superare la crisi economica che si profila a seguito dell'emergenza sanitaria.