Venerdý 27 Novembre17:47:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al via il servizio gratuito di consegna a domicilio dei pacchi spesa per il territorio dell’Alta Valmarecchia

La distribuzione è curata dai Servizi Sociali dell’ Unione di Comuni, Caritas e A.V.S.

Attualità Valmarecchia | 11:59 - 11 Aprile 2020 La distribuzione delle derrate alimentari La distribuzione delle derrate alimentari.

E’ iniziata ufficialmente oggi, 11 Aprile 2020, alla presenza di vari Sindaci della Valle, la consegna gratuita dei pacchi di derrate alimentari per sostenere i cittadini che versano in condizione di difficoltà economica a causa dell'emergenza Coronavirus dell’Alta Valmarecchia. L’obiettivo di questo   servizio   di consegna è quello di fornire un aiuto alle famiglie  che  per  una  serie  di motivi, pur   essendo   in   stato   di profonda povertà e in carico ai Servizi Sociali o alla Caritas Zonale, non  potevano  beneficiare  dei  buoni spesa Comunali. L’organizzazione  del  servizio  di consegna  a  domicilio dei  pacchi  è stata affidata   ai   Servizi Sociali dell’Unione di  Comuni Valmarecchia che, in stretta collaborazione con il  gruppo di  Protezione  Civile Alta Valmarecchia  Soccorso (A.V.S.) e la Caritas Diocesana San Marino-Montefeltro,s ono riusciti nell’obiettivo di offrire anche questo servizio prima della Santa Pasqua2020. Tutte e tre le Istituzioni (Unione di Comuni, Caritas e A.V.S.) in una settimana hanno concordato il da farsi, individuando prima la platea dei beneficiari e poi organizzando l’acquisto delle derrate e la loro distribuzione che in realtà, per le emergenze, è già iniziata da qualche giorno. 

La situazione di emergenza creata dal Covid-19spiega il Sindaco di Novafeltria e Presidente dell’Unione di Comuni Dr. Stefano Zanchini – ha facilitato una fattiva collaborazione tra Istituzioni, realtà Diocesane  e terzo settore;  in pochissimi giorni  infatti  sono  riusciti  insieme  a  costruire  un  sistema integrato capace  di  rispondere  efficacemente ai  bisogni concreti delle nostre famiglie più fragili e bisognose”.

Si  fa  presente  infatti  che  i  Servizi  Sociali  dell’Unione  di Comuni  e  A.V.S.  da più di un mese stanno  organizzando anche la  consegna della  spesa  a  domicilio per le persone anziane  e fragili dell’Alta Valmarecchia, acquisendo la prenotazione telefonica nella  mattinata  e  consegnandola direttamente al domicilio lo stesso pomeriggio.

Mi preme inoltre sottolineare - continua il Dr. Zanchini -che questo progetto è stato sostenuto da molti negozi di generi alimentari della vallata che si sono resi disponibili a ricevere tutte le donazioni in prodotti da  parte dei loro clienti,per andare ad incrementare le derrate disponibili. Voglio inoltre ricordare  che  moltissimi hanno  fatto  giungere  forniture gratuite  di  prodotti  come  l’Azienda  “Tipica”srl  di  Montescaglioso  (MT)  che  ha  donato  500 confezioni di polpa di pomodoro o come la Ditta Salcavi di Talamelllo che ha fornito gratuitamente lo stabile dove vengono stoccate le derrate per poi essere trasportate in tutti i Comuni della Valle con la collaborazione anche della Protezione Civile di Pennabilli e Sant’Agata Feltria”. Insomma una vera e propria gara di solidarietà tra tutte le realtà della Valmarecchia per cercare di arginare i grandi disagi e sofferenze che il Covid-19 ha determinato.