Venerd́ 30 Ottobre05:25:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Addio Giovanni Righini: scomparso lo storico allenatore del Rimini Calcio

Aveva 83 anni. E' stato anche storico presidente del comitato turistico di Viserbella

Attualità Rimini | 17:25 - 10 Aprile 2020 Nel riquadro di sinistra: Giovanni Righini con il presidente Gaspari (foto Rimini 100) Nel riquadro di sinistra: Giovanni Righini con il presidente Gaspari (foto Rimini 100).

A 83 anni è scomparso questa mattina (venerdì 10 aprile) Giovanni Righini, figura storica del Rimini Calcio, ex allenatore e padre di Aldo, attuale responsabile del settore giovanile biancorosso, ma anche ex presidente del comitato turistico di Viserbella. La redazione di altarimini.it si unisce al cordoglio per la scomparsa di Giovanni.

La nota del Rimini Calcio

Il Rimini F. C., con in testa il presidente Giorgio Grassi, tutti i dirigenti, i tecnici, i calciatori della prima squadra, del settore giovanile e i collaboratori, ricorda con affetto e commozione mister Giovanni Righini, figura storica all’interno della famiglia biancorossa, scomparso questa mattina all’età di 83 anni. Gli esordi all’inizio degli anni Settanta come tecnico delle giovanili del Rimini. Tanti i ragazzi che ha allenato e contribuito a far crescere e numerosi gli aneddoti. Tra questi quello della formazione Under 23 biancorossa, squadra nella quale militavano talenti del calibro di Bacchin, Berlini e Cinquetti, che si misurò ad armi pari contro l’Inter (al “Romeo Neri” si impose proprio il Rimini, ad Appiano Gentile prevalsero i nerazzurri) dei vari Bordon, Cerilli e Muraro. Poi l’approdo in prima squadra, come secondo di Natale Faccenda, Antonio Valentin Angelillo e Cesare Meucci. Proprio con quest’ultimo, nella stagione 1975-’76 (sedendo in panchina per 12 partite come capo allenatore in sostituzione del convalescente mister Meucci), contribuì alla prima e storica promozione in Serie B dei biancorossi. Dopo una parentesi negli Allievi e nei Giovanissimi nazionali del Cesena e alla guida della prima squadra del San Marino, il cuore rimasto sempre biancorosso riportò Giovanni Righini sotto l’Arco d’Augusto. Qui, come tecnico dei Giovanissimi, scoprì tra gli altri Igor Protti al quale rimase sempre molto legato. Tra le sue varie passioni le bocce, fu anche campione nazionale, e la politica al servizio della propria comunità, venne anche eletto consigliere comunale a Rimini. Nei primi anni del nuovo millennio fu osservatore per il Bellaria, all’epoca società affiliata al Brescia, dove tra gli altri scoprì l’ex biancorosso Daniele Simoncelli. Negli ultimi anni di attività l’esperienza, sempre in riva all’Uso, a Mondo Calcio dove, grazie alla sua abilità nel calciare, fino a 77 anni ha allenato i portieri. Alla famiglia di Giovanni Righini, in particolare al figlio Aldo, responsabile del settore giovanile del Rimini, e al nipote Luca, ex giocatore biancorosso, l’abbraccio del Rimini F. C. tutto.

Sergio Cingolani - Ufficio stampa e comunicazione Rimini F. C

La nota della proloco di Viserbella

Tutta la Pro Loco di Viserbella si stringe attorno alla famiglia Righini per la scomparsa di Giovanni. Giovanni è stato presidente del comitato turistico di Viserbella per molti anni e una persona importante per tutta Rimini Nord. Ne abbiamo sempre apprezzato l’altruismo e lo spirito di avventura, sempre pronto ad aiutare chi aveva bisogno. Ha gestito la nostra associazione con la diligenza del buon padre di famiglia, tenendo in ordine i conti e assicurando un futuro all’associazione, futuro che noi stiamo vivendo e che è il nostro presente. Giovanni mancherà molto a tutti noi, ma le sue idee e il suo impegno non ci lasceranno mai.