Marted́ 27 Ottobre21:10:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: bagnini diventano vigilantes, per evitare passeggiate nelle spiagge

Mauro Vanni, presidente Cooperativa Bagnini Rimini Sud: "Le ronde iniziate da lunedì scorso"

Attualità Rimini | 14:38 - 10 Aprile 2020 Spiaggia di Rimini deserta in tempi di coronavirus Spiaggia di Rimini deserta in tempi di coronavirus.

A Rimini i bagnini sono impegnati nel pattugliamento dell'arenile, per evitare che entrino in azione i "furbetti" della passeggiata. Un'inedita veste di buttafuori che i bagnini indosseranno anche nel fine settimana di Pasqua, compresa Pasquetta. Mauro Vanni, presidente della Cooperativa Bagnini Rimini Sud, parla di vere e proprie "ronde" del lungomare, iniziate nei giorni scorsi: "Da martedì, dopo Pasqua, probabilmente di daranno possibilità di andare in spiaggia a lavorare, a quel punto la sorveglianza la continueremo così, ognuno nel proprio stabilimento", dichiara all'Ansa. I bagnini impegnati nelle ronde sono un quarantina, con turni di mezza giornata (tre ore e mezza la mattina, tre ore e mezza il pomeriggio) per otto persone.  Il servizio di vigilanza dei bagnini, che indossano mascherine e pettorine, è partito con la supervisione del Comune di Rimini, assessorato alla Sicurezza.