Venerd́ 30 Ottobre04:59:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: produceva mascherine con marchi della moda. Denunciato per contraffazione

Nei guai il titolare di una serigrafia del riminese: sanzionato anche per le norme anti covid-19

Cronaca Rimini | 14:15 - 10 Aprile 2020 I controlli effettuati in una serigrafia del riminese I controlli effettuati in una serigrafia del riminese.

Proseguono incessanti i controlli disposti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini in merito alle normative in vigore per limitare la diffusione del coronavirus.
Nei giorni scorsi le "fiamme gialle" hanno ispezionato diverse imprese che hanno avanzato richieste alla Prefettura di Rimini per ottenere l'autorizzazione ad aprire, dichiarando in particolar modo di aver riconvertito la propria attività alla produzione o vendita di dispositivi di protezione individuale.

Una serigrafia del riminese, secondo quanto accertato dalla Guardia di Finanza, produceva sì mascherine di tipo chirurgico in tessuto, ma utilizzava la tecnica della pressa a caldo per applicare marchi della moda o delle squadre sportive, per trasformare le mascherine stesse in accessori alla moda. Il titolare della serigrafia, sanzionato in base alle vigenti norme anti Covid-19, è stato anche denunciato, stessa sorte per il committente, un soggetto fuori provincia.  L'ipotesi di reato è la contraffazione dei marchi, aggravato da modalità imprenditoriali. Sequestrati 126 "stencil" con le griffe contraffatte, una stampante e un hard disk contenente i file dei marchi da riprodurre.