Venerd́ 27 Novembre17:50:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Morti da Coronavirus in regione, il Codacons presenta un esposto a nove procure

L'organismo chiede di accertare se sia stato colpa di ricoveri tardivi e omissione di cure

Attualità Rimini | 09:02 - 10 Aprile 2020 Il tribunale di Rimini Il tribunale di Rimini.

Sui morti da coronavirus registrati in Emilia Romagna (2316 fino a giovedì, la regione è seconda solo alla Lombardia) l'associazione di consumatori Codacons ha presentato giovedì mattina un esposto alle Procure della Repubblica di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini per chiedere di aprire delle indagini sul territorio e verificare eventuali carenze ed omissioni da parte della pubblica amministrazione nella gestione dell'emergenza Coronavirus, in particolare nei ricoveri e nella somministrazione di cure ai pazienti ospedalizzati.

«Da tutta Italia arrivano segnalazioni di malati e parenti dei deceduti che denunciano difficoltà nel sottoporsi ai tamponi, mettersi in contatto con gli organi sanitari locali o ricevere in modo tempestivo le necessarie cure mediche», spiega l'organismo in una nota, «una situazione che sta portando diversi parlamentari a presentare vergognosi emendamenti al decreto Cura Italia finalizzati proprio a cancellare con un colpo di spugna le responsabilità civili e penali di istituzioni e strutture sanitarie in caso di omessa assistenza ai pazienti, violando in modo palese la Costituzione Italiana».

Da venerdì l’associazione mette a disposizione dei parenti dei deceduti un questionario da compilare per denunciare eventuali difficoltà, omissioni o ritardi nell’erogazione dell’assistenza e delle cure mediche da parte degli organi sanitari della regione.

Il questionario è compilabile anche telefonicamente contattando il numero verde gratuito 800066735 (dalle ore 10 alle 12 e dalle 14 alle 16).