Venerd́ 27 Novembre18:28:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Replica Siae sui pagamenti: "Sono sospesi fino al 31 maggio. Non siamo indifferenti all'emergenza"

Tra le misure anche un fondo di sostegno da 60 milioni di euro

Attualità Rimini | 15:01 - 09 Aprile 2020 Sede della Siae Sede della Siae.

La Siae in una nota replica all'articolo pubblicato ieri (mercoledì 8 aprile) sul nostro portale, evidenziando: "La sospensione dell'applicazione delle penali per ritardato pagamento è di fatto una sospensione dei pagamenti". Siae precisa: "non siamo indifferenti, rispetto alla grave situazione economica dei settori dello spettacolo e dell’intrattenimento determinata dalla chiusura forzosa delle attività". Di seguito la nota.

Siae si è mossa da subito, in linea con le disposizioni assunte dal Governo adottando misure sia nei confronti degli utilizzatori sia in favore dei propri associati. La sospensione nell’applicazione delle penali per ritardato pagamento, inizialmente prevista fino al 31 marzo 2020 e poi ulteriormente procrastinata al 31 maggio, vuol dire che i pagamenti per eventi e spettacoli in scadenza dal mese di febbraio 2020 potranno essere effettuati senza l’applicazione di alcuna penale entro il 31 maggio 2020 e quindi, nei fatti, potranno essere sospesi fino a tale data. A questo si devono aggiungere, tra gli altri, i provvedimenti di sospensione fino al 31 maggio dall’invio di avvisi o solleciti per il pagamento degli importi per eventi o periodi di attività pregressi, ivi compreso l’invio delle diffide di pagamento.

Sul fronte dei propri associati, molti dei quali hanno come unica fonte di sostentamento il compenso incassato per l’utilizzazione delle loro opere, Siae ha adottato importantissime misure di sostegno che si possono riassumere nell’invio di 2.500 pacchi alimentari per i più indigenti e nella creazione di un fondo di sostegno fino a 60 milioni di euro a supporto delle ripartizioni dei prossimi due anni. È in corso di verifica, inoltre, la possibilità di concedere prestiti ai propri associati in difficoltà di liquidità, a valere sui fondi della Società fino ad una disponibilità massimo di 50 milioni di euro. Infine, è stato istituito un fondo di sostegno per i propri mandatari di 4 milioni di euro.
È evidente, quindi, che Siae  è stata sin da subito attenta alle esigenze di utilizzatori ed associati e continuerà a farlo valutando ogni iniziativa che possa consentire il traghettamento dell’attuale situazione.
Tutte le informazioni sulle misure adottate sono comunque disponibili nel sito www.siae.it.