Marted́ 26 Maggio12:28:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid-19: iniziata consegna gratuita mascherine a Rimini, ad anziani e persone fragili

Le altre saranno a disposizione della cittadinanza nei luoghi di riferimento alimentare

Attualità Rimini | 13:37 - 09 Aprile 2020 In gallery la mappa In gallery la mappa.

Inizia dagli anziani over 65 e dalle persone con maggiori fragilità la distribuzione porta a porta gratuita delle mascherine che nella mattinata di ieri (mercoledì 8 aprile) sono giunte a Rimini dalla Regione Emilia Romagna attraverso la rete della Protezione civile regionale.

E’ questa la scelta prioritaria del Comune di Rimini che ha fatto proprie le linee guida indicate dalla Regione proprio per la gestione e distribuzione di mascherine facciali ai cittadini scegliendo rapidità, solidarietà e sicurezza.  Le mascherine chirurgiche giunte a Rimini, infatti, per poter essere distribuite singolarmente devono essere spacchettate dalle confezioni originali – in genere da 50 pezzi – per poi essere nuovamente imbustate garantendo tutti i crismi igienico – sanitari. Un impegno gravoso che da subito ha visto l’impegno di alcune realtà imprenditoriali importanti del settore ma che richiede del tempo oltre che del lavoro.

Nel corso della giornata le prime confezioni di mascherine singole pronte per la consegna saranno destinate in via prioritaria alla distribuzione porta a porta per i circa 8600 riminesi over 65 che vivono soli. La distribuzione curata direttamente dai volontari avverrà, sulla base degli elenchi estratti dagli archivi anagrafici con indirizzi e ordinati per civici in ciascuna via e per vie contigue nei vari quartieri per rendere efficiente la distribuzione, mettendo la mascherina nella buchetta delle lettere dopo aver suonato il campanello e mai entrando nelle abitazioni.

Farà seguito nei prossimi giorni la distribuzione programmata – così come prevedono le linee guida regionali per le realtà urbane più importanti anagraficamente come i capoluoghi (es. Bologna) – davanti ai luoghi di rifornimento alimentare come gli esercizi della grande e media distribuzione e botteghe di quartiere, o sanitari, come all’interno delle farmacie aderenti, che per loro natura hanno continuato ad essere i luoghi di riferimento in tutto il periodo d’attuazione delle misure emergenziali contro il Covid-19 e continueranno, proprio per questa funzione, a continuare a esserlo.

Sono circa 50 gli esercizi commerciali – in allegato l’elenco e la pianta topografica dei luoghi - davanti a cui verranno creati i punti di distribuzione gratuita delle mascherine presidiati dai volontari, a cui si affiancano 38 farmacie riminesi, una rete distribuita omogeneamente sul territorio così da essere più capillarmente possibile nei pressi o vicinanze delle abitazioni dei riminesi.

In tutti questi luoghi si è scelto di iniziare la distribuzione in maniera simultanea quasi certamente dal pomeriggio di venerdì e contando nella giornata di sabato di terminare la distribuzione gratuita di questo primo lotto di circa 70.000 mascherine chirurgiche in soli tre giorni lavorativi prima di Pasqua. Un impegno gravoso e importante che potrà essere portato felicemente a compimento grazie all’impegno di tutta la rete del
volontariato riminese. Al gruppo di volontari locale della protezione civile, infatti, che continueranno specie sul fronte del Pronto Farmaco con Croce rossa, si sono associati per questo compito circa 60 volontari della Protezione civile provinciale a cui si sono aggiunti oltre 20 capi Scout Agesci e i volontari dell’associazione Team Bota.