Marted́ 26 Maggio12:07:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Buoni spesa: a Rimini 3.850 domande. A Santarcangelo la consegna il 10 aprile

A Misano Adriatico oltre 300 domande presentate, 140 i buoni distribuiti

Attualità Rimini | 14:24 - 08 Aprile 2020 Buoni spesa: a Rimini 3.850 domande. A Santarcangelo la consegna il 10 aprile


Sono state 3.850 le domande per l'acquisto di beni di prima necessità e da utilizzare in un negozio vicino a casa messi a disposizione dal Comune di Rimini grazie al fondo previsto dall'ordinanza della Protezione Civile che ha destinato 400 milioni ai Comuni italiani per supportare le famiglie oggi più vulnerabili a causa della pandemia del Covid-19. Si sono chiusi infatti questa mattina i termini per la presentazione delle domande, che in queste ore si stanno rapidamente istruendo per poter procedere poi alla graduatoria e all'assegnazione dei buoni, che avranno un valore di 150 euro a componente famigliare, fino ad un massimo di 550 euro a nucleo con 4 o più componenti.

Ad un primo accertamento circa il 30% delle domande ricevute attraverso il form predisposto dai Servizi sociali e dal Sistema informatico del Comune risultano non idonee, perché non conformi o perché presentate da più persone appartenenti allo stesso nucleo famigliare. E' in fase di elaborazione la graduatoria delle domande, sulla base dei criteri definiti del bando e che garantiscono la precedenza a coloro che non hanno beneficiato di reddito di cittadinanza o di altri ammortizzatori sociali e alle famiglie monoreddito che a causa del Covid19 hanno subito una variazione importante delle proprie entrate (circa 1.200 del totale delle domande presentate).  Da una prima analisi emerge inoltre che circa l'8% dei richiedenti sono persone non residenti ma si trovano nel Comune di Rimini perché hanno un contratto di lavoro con una impresa del territorio comunale.

Santarcangelo: il 10 aprile la consegna dei buoni


A Santarcangelo srà effettuata venerdì 10 aprile la consegna dei buoni spesa per far fronte all’emergenza alimentare. Dopo la chiusura dei termini per la presentazione delle domande, nella giornata di domani (giovedì 9 aprile) sarà infatti conclusa l’istruttoria che darà la possibilità agli aventi diritto di ricevere i buoni già a partire dal giorno successivo.

Tutti i beneficiari saranno informati via sms in merito alle modalità di ritiro dei buoni e alle attività economiche dove poterli utilizzare. Per gli anziani con più di 70 anni e le persone più fragili, ad esempio, è stata organizzata la distribuzione dei buoni a domicilio in collaborazione con la Protezione civile Valmarecchia.

Chi invece ha la possibilità di uscire da casa, potrà ritirare il buono dalle 8,30 alle 19 di venerdì 10 aprile, in tre punti distinti del palazzo comunale per evitare ogni possibile assembramento di persone. I beneficiari, infatti, accederanno scaglionati in base all’iniziale del cognome allo Sportello al Cittadino (piano terra, lato scala A), all’ufficio Tributi (piano terra, lato scala B) o allo Sportello Unico per le Attività Produttive (piano terra, ingresso laterale da via Pascoli).

Tutti gli uffici selezionati, già privi di barriere architettoniche all’ingresso, saranno dotati di eliminacode e dispositivi igienici come guanti monouso, prevedendo inoltre ingressi contingentati e il rispetto delle misure obbligatorie di distanziamento interpersonale.

Intanto, alla chiusura del termine per la presentazione delle domande, sono 273 le richieste di buoni spesa pervenute, mentre hanno raggiunto quota 18 le attività economiche di Santarcangelo che hanno dichiarato la propria disponibilità alla vendita mediante i buoni stessi.


Anche a Misano iniziata consegna buoni


E' iniziata questa mattina la distribuzione dei buoni per il sostegno alimentare, dispensati dal Comune di Misano Adriatico alle famiglie che hanno presentato richiesta la scorsa settimana.


Delle oltre 300 domande presentate, 263 hanno già ricevuto il via libera; le rimanenti richiederanno un'ulteriore analisi, poiché incomplete in alcune parti. Sono 140 i buoni distribuiti questa mattina dall'ufficio Servizi Sociali del Comune con l'ausilio della Protezione Civile. Domani sono programmate altre 80 distribuzioni, le rimanenti avverranno venerdì. Importante: ogni destinatario dei buoni deve attenersi rigorosamente all'orario di ritiro che gli è stato comunicato, ciò è fondamentale per evitare inutili code e situazioni di possibile contagio. Venerdì si esaurirà quindi la prima distribuzione. Le domande presentate in questi ultimi giorni, dopo la verifica saranno evase subito dopo Pasqua.  La seconda tornata di distribuzione avverrà fra due settimane, fino ad esaurimento del plafond di circa 88.000 euro messo a disposizione dalla Protezione Civile. Ad ogni famiglia che ne ha titolo sono rilasciati due buoni da utilizzare nelle successive due settimane: € 50,00 per persone sole, € 80,00 per famiglie fino a 2 componenti, € 120,00 per famiglie fino a 3 componenti, € 160,00, per famiglie fino a 4 componenti, € 200,00, per famiglie di 5 e oltre componenti.