Luned́ 01 Giugno09:23:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Focolaio nell'ospedale di San Marino con dieci contagiati, in tutto 29 in più, si va verso il picco?

Fortunatamente non ci sono stati nuovi decessi e sono 5 i nuovi guariti

Attualità Repubblica San Marino | 13:02 - 08 Aprile 2020 Il grafico di Altarimini sull'andamento della pandemia nella Repubblica di San Marino Il grafico di Altarimini sull'andamento della pandemia nella Repubblica di San Marino.

Grafico aggiornato con l'andamento della pandemia nella Repubblica di San Marino

L'andamento della pandemia nel mese di marzo

Nuovo balzo in alto dei casi di positività al Coronavirus in Repubblica di San Marino. I dati aggiornati a mercoledì 8 aprile parlano di 29 nuovi casi, di cui 10 nel reparto di Medicina dell'ospedale, che vanno impennare la curva dei contagi, anche se il direttore dell'Authority sanitaria Gabriele Rinaldi non vuole abbandonare l'idea del plateau. La situazione preoccupa perché il focolaio ospedaliero allerta al massimo il coordinamento, che ha subito disposto controlli accurati e la sanificazione per tentare di contenere al massimo la diffusione del virus in altri reparti.

Ieri sono stati analizzati dal laboratorio di Stato 136 tamponi. «Alcuni riconducibili a gruppi sotto osservazione, dato che non ci può rasserenare, anche se è ben vero che con le nuove modalità di indagine si fanno a cercare in modo più approfondito», precisa Rinaldi, che aggiunge: «Dieci sappiamo da dove provengono: sono 5 persone ricoverate nel reparto di medicina, 4 infermieri e un medico». Si tratta peraltro di pazienti con patologie importanti, un fattore di rischio ulteriore per la gravità della malattia da Covid-19 che mette «angoscia e appesantisce il cuore. Questo ci mette nella condizione di essere ancora più attenti e ancora più rigorosi. Ero convinto che avessimo già avuto abbastanza lezioni, come registrare 34 deceduti, ».

Ci sono fortunatamente anche buone notizie: non ci sono stati nuovi decessi mentre sono 5 i nuovi guariti. In isolamento restano 14 pazienti ma dei nuovi, 8 sono in isolamento ospedaliero, portando il numero complessivo dei ricoveri a 52. Una situazione inattesa probabilmente dovuta al mancato rispetto di isolamenti domicilari e di comportamenti igienici suggeriti fin dall'inizio, che mette il gruppo coordinamento delle emergenze nelle condizioni di ripensare la filiera di gestione dell'emergenza.

Un altro problema che dovrà essere gestito presto e con precisione è il rientro dei transfrontalieri che potrebbe creare problematiche molto serie nella gestione della pandemia in un territorio circoscritto dove, proprio nella mattinata di martedì, l'Authority annunciava test a tappeto per circoscrivere i casi positivi, anche se asintomatici a pauci asintomatici.

Il reparto di Oncologia dell'ospedale di Stato nel frattempo sarà spostato alla Domus Medica per fare spazio ulteriore alla terapia intensiva qualora ci fosse necessità di ulteriori letti.