Venerd́ 30 Ottobre05:04:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, l'appello: "Attivare la spesa sospesa". Un carrello in cui lasciare beni per i poveri

Alcune associazioni invitano i supermercati ad aderire all'iniziativa

Attualità Rimini | 17:00 - 07 Aprile 2020 Spesa sospesa anche a Rimini: l'appello di alcune associazioni Spesa sospesa anche a Rimini: l'appello di alcune associazioni.

Il Covid-19 non sta causando solo un'emergenza sanitaria, sta causando anche un'emergenza sociale.  L'associazione Grotta Rossa, assieme ad Anpi Rimini, Avvocato di Strada Onlus Rimini, associazione !A la Calle! e Coming Out, promuovono la "Spesa sos-spesa", iniziativa finalizzata a proporre a tutti i supermercati, alimentari e farmacie del territorio, di mettere per tutto il mese di aprile e di maggio, a disposizione delle persone più bisognose un carrello speciale, in cui i clienti che lo desiderano potranno donare beni di prima necessità.

Le amministrazioni comunali stanno mettendo a disposizione dei cittadini diversi aiuti, ma a volte proprio le persone più emarginate possono rimanere escluse da queste misure, oppure anche per chi ne beneficia non sempre sono sufficienti.

Aderire all'iniziativa è semplice, basta fissare un carrello all'esterno del punto vendita, se si desidera apponendovi la grafica qui proposta in allegato, dove chi vuole, dopo aver effettuato la spesa, potrà riporvi pasta, conserve, legumi, saponi, disinfettanti e ogni altro prodotto non facilmente deperibile e di prima necessità. Le persone che non possono permettersi questi prodotti potranno prelevarli liberamente dal carrello.

"Questa iniziativa si basa sulla solidarietà di quartiere e sulla fiducia reciproca. Crediamo che sia importante creare punti di aiuto in tutte le zone delle nostre città, perché non tutti si possono spostare e perché potrebbe avere bisogno chi meno ce lo aspettiamo", si legge in una nota dell'associazione Grotta Rossa (e-mail: info@grottarossa-rimini.it)