Marted́ 26 Maggio11:28:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Volley A2 femminile, il campionato si chiude qui: Delta Informatica Trentino e Omag promosse in A1

La decisione dopo l'assemblea di Lega. Il presidente Manconi: 'Molto difficile poterci iscrivere: budget raddoppiato'

Sport San Giovanni in Marignano | 09:14 - 07 Aprile 2020 La Omag di San Giovanni in Marignano promossa a tavolino La Omag di San Giovanni in Marignano promossa a tavolino.


Anche la Serie A femminile di volley segue la linea della maschile: la stagione di Serie A1 e A2 femminile si chiude qui. Lo ha spiegato in diretta streaming​ Mauro Fabris, presidente di Lega, dopo la assemblea con i club. Annullate le retrocessioni sia in Serie A1 che A2. Due saranno le squadre promosse dalla Serie A2, ovvero Delta Informatica Trentino e Omag San Giovanni in Marignano, prime due classificate della Pool Promozione. Nessuna retrocessione, salvo diversa decisione della Fipav. Alla Federazione sarà chiesto anche di non prevedere promozioni dalla Serie B1.
L'Assemblea ha, tra le altre cose, conferito mandato alla Commissione Congiunta di A1 e A2 di trattare con i rappresentanti dei procuratori una riduzione degli ingaggi relativi alla stagione 2019/20.

“Non avremmo mai voluto fare quest’assemblea – ha chiosato il presidente di Lega – perché siamo stati costretti ad affrontare una situazione che nessuno avrebbe mai pensato di vivere. Una tragedia che sta comportando drammi personali e una grave sofferenza economica, e che ci costringe a prendere decisioni gravi. Sono mancate le indicazioni delle autorità che avrebbero dovuto decidere, Coni e Fipav per la parte sportiva. Ciò non è avvenuto, per cui restiamo sospesi, corriamo il rischio che in alcune discipline sportive i titoli vengano assegnati e in altre no: questo non è giusto per lo sport in generale“.
QUI OMAG Dunque il club di San Giovanni in Marignano la prossima stagione sarà in serie A1. La domanda è: riuscirà il club ad iscriversi? Dalla serie A2 alla A1 i costi lievitano tanto che il budget minimo di una stagione è di almeno 800 mila euro – praticamente il doppio rispetto alla A2 -  e inoltre c’è il problema del palas visto che l’impianto di San Giovanni in Marignano non è omologato per la serie A1 (l’impianto di Riccione potrebbe essere una soluzione).
“Siamo stati colto in contropiede dalla decisione della Lega di effettuare due promozioni – spiega il presidente Stefano Manconi – ora valuteremo il da farsi, ma ritengo che le possibilità di partecipare alla serie A1 siano ridotte per questioni di budget. Le iscrizioni sono state prorogate dal 29 giugno al 13 luglio,ma penso che il compito sia ugualmente proibitivo”.
In caso di rinuncia alla serie A1, che cosa succederà?
“Il regolamento prevede che il club venga inserito nella prima categoria in cui c’è posto”.