Domenica 25 Ottobre18:26:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid-19, a Rimini va a comprare le sigarette, ma è agli arresti domiciliari: in manette 49enne

Due giovani di Poggio Torriana sanzionati: "Non riuscivamo a stare in casa, dovevamo guardare il panorama"

Cronaca Rimini | 14:10 - 06 Aprile 2020 Controlli dei carabinieri di Rimini Controlli dei carabinieri di Rimini.

Si intensificano i controlli da parte dei carabinieri del comando Provinciale di Rimini per verificare, in emergenza Covid-19, che si esca solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute.

Durante i controlli i militari hanno arrestato per il reato di evasione un operaio 49enne che, già sottoposto agli arresti domiciliari per danneggiamento, era uscito dalla sua abitazione per andare a “comprare le sigarette”. Gli stessi militari hanno inoltre contestato violazioni a 10 persone, che, controllate sul territorio dei comuni di Rimini, Bellaria Igea Marina e Santarcangelo di Romagna, a seguito di accertamenti, sono risultati variamente inottemperanti al rispetto delle disposizioni al contrasto della diffusione del Covid-19.


PER GLI INOTTEMPERANTI UNA SANZIONE PECUNIARIA DA 400 A 3.000 EURO

Sono 141 le persone e 12 gli esercizi sottoposti a controllo dai militari della Compagnia di Novafeltria. Per 7 persone sono scattate sanzioni per inosservanza delle disposizioni anti-covid19.

La multa è scattata per un 27enne di Sogliano al Rubicone (FC) sorpreso nel pomeriggio di ieri a poggio Torriana. Si è giustificato dicendo che stava andando da un’amica e, compreso l’errore, è ritornato a casa. Per lui anche un’altra sanzione dato che aveva percorso via Cannella, un tratto di strada chiuso al traffico.

Un 32enne ed un 24enne di origine marocchina residenti a Poggio Torriana, sorpresi ieri pomeriggio lontano dalla loro abitazione, nei pressi del castello “due Torri” di Poggio Torriana. La loro giustificazione è stata quella di  voler fare una passeggiata panoramica giustificandosi: non riuscivamo più a rimanere a casa dovevamo guardare il panorama. Anche per loro è scattata la sanzione.

Un 55 enne residente a San Leo, fermato a qualche km dalla sua abitazione, a bordo della sua bicicletta da corsa, in via Saiano, lungo il fiume Marecchia, si è giustificato dicendo che stava facendo una passeggiata, indossando però l’abbigliamento tecnico da bici. Multato.

Per la Compagnia di Riccione sono state 15 le contestazioni amministrative per inosservanza delle disposizioni in parola.