Domenica 25 Ottobre18:16:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Maratone in salotto, in giardino o sul terrazzo: grazie per tutti i vostri contributi

La sfida di Altarimini.it va in archivio, con l'invito a non smettere di praticare sport a casa

Sport Rimini | 12:01 - 06 Aprile 2020 Fabrizio Bicio Draghi di Novafeltria ha inaugurato la serie di sfide sportive in quarantena Fabrizio Bicio Draghi di Novafeltria ha inaugurato la serie di sfide sportive in quarantena.

Tanti appassionati runner continuano ad inviare alla nostra redazione testimonianze delle proprie imprese sportive portate a termine all’interno delle proprie mura di casa o nei propri giardini, da tutta Italia, nel pieno rispetto delle normative imposte dall’emergenza coronavirus.

Gli ultimi a cimentarsi con la sfida lanciata da Altarimini.it sono stati il 45enne Guerrino Grilli, operaio di Massa Carrara, che domenica 5 aprile ha corso la mezza maratona nel giardino di casa: 21 km e 150 metri percorsi in un'ora e 59 minuti. Giancarlo Spagnolo, 47enne operaio metalmeccanico residente a Venezia, ha battezzato la sua piccola imrpesa sportiva con il nome di "mezza maratona del criceto", correndo 21 km in un perimetro di 60 metri, compieno 352. "Dura ma non si molla, io sto a casa", racconta Guerrino.

Con quest'ultimo articolo vogliamo ringraziare tutte le persone che ci hanno scritto, da tutta Italia, raccogliendo la sfida lanciata dal nostro portale.

Obiettivo era alleggerire la mente dei nostri lettori con notizie più curiose e meno angoscianti, stimolare tutti gli atleti amatoriali, costretti a rinunciare a maratone o manifestazioni sportive a cui erano iscritti e a rimanere chiusi dentro casa, e per coloro che sono abituati ad allenarsi, correndo per ore e ore, non è affatto facile.

La sfida di altarimini.it ha avuto un eco nazionale imprevisto, con tantissimi media nazionali che hanno ripreso la prima delle imprese sportive in tempi di covid-19, quella di "Bicio" Draghi, 50enne di Novafeltria che ha corso la mezzamaratona in terrazzo. Ma anche Fabio Faggiani di Tolfa, paesino vicino a Civitavecchia, è salito al proscenio correndo una maratona di 70 km a casa, 42 dei quali girando intorno al tavolo del soggiorno.

Evidenziamo così, con grande soddisfazione, che per molti siamo stati uno stimolo per continuare ad allenarsi all’interno delle proprie mura casalinghe in percorsi bizzarri, sui terrazzi, e c'è chi addirittura ha corso una maratona intorno al tavolo,  rispettando in pieno le regole imposte da questa tragica pandemia che ha colpito l’Italia. Complimenti a tutti voi che avete partecipate e a tutti voi che ci avete scritto.

La sfida di altarimini.it va in archivio, ma ovviamente la raccomandazione rimane la stessa: rimanere a casa e allenarsi a casa.