Sabato 08 Agosto04:40:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fondo di integrazione salariale per i 300 dipendenti di Italian Exhibition Group

L'ammortizzatore sociale si applicherà per nove settimane, quindi almeno fino al 7 giugno

Attualità Rimini | 10:50 - 06 Aprile 2020 La Fiera di Rimini (foto di repertorio) La Fiera di Rimini (foto di repertorio).

Al pari delle altre fiere italiane e nel contesto dell’emergenza Covid-19, anche Italian Exhibition Group (Ieg) ha deciso di fare ricorso al Fondo d’integrazione salariale (FIS).
L’ammortizzatore sociale sarà attivo da lunedì 6 aprile e si applicherà per le successive nove settimane su tutte le sedi di Ieg a Rimini, Vicenza, Milano e Arezzo. La Fiera si è impegnata ad anticipare l’erogazione del Fondo a tutti i lavoratori e ha inoltre sottoscritto accordi con le organizzazioni e sigle sindacali delle sue diverse sedi societarie.

La decisione è stata determinata dallo spostamento della maggior parte degli eventi in precedenza in programma tra aprile e inizio maggio. Saranno coinvolti tutti i 300 dipendenti della società (per il quali è già stato attivato lo smart working) con percentuali e rotazioni programmate per garantire il pieno svolgimento delle attività di organizzazione degli appuntamenti in calendario a venire, a garanzia di sicurezza nelle relazioni con i clienti, della qualità dei prossimi eventi e di quella del business aziendale.

Il presidente Lorenzo Cagnoni, l’amministratore delegato Corrado Peraboni e l’intero gruppo dirigente di Ieg hanno deciso di autoridursi lo stipendio.