Sabato 30 Maggio11:25:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giro d’Italia a ottobre, Tour in estate. Per ora è un’idea: deciderà l’Uci

Partendo il 3 ottobre, la corsa Rosa sarebbe in Romagna dal 14 al 16

Sport Nazionale | 10:24 - 05 Aprile 2020 Roglic e Nibali (Ansa) Roglic e Nibali (Ansa).

L’Uci si è riunita per decidere il nuovo calendario internazionale da utilizzare una volta che l’emergenza coronavirus verrà superata. L’ente che governa il ciclismo ha già messo alcuni paletti durante la riunione di qualche giorno fa: tutto fermo almeno fino al 1° giugno, stagione prolungata fino a novembre, i corridori avranno a disposizione almeno quattro settimane di allenamento e una breve corse a tappe prima del Giro. Un'edizione che sarebbe stata speciale per Rimini e tutta la Romagna: il 20 maggio con la Porto Sant’Elpidio-Rimini e i giorni successivi con la tappa “Nove Colli” di Cesenatico (21 maggio) e la Cervia-Monselice del 22 maggio. Tutto il mondo sta facendo i conti con una terribile pandemia e non si sa ancora quando si riuscirà a sconfiggere il Covid-19, ma intanto si sta pensando a quale potrà essere il periodo durante il quale disputare la Corsa Rosa.

Il calendario ipotizzato: Giro d’Italia a ottobre, Tour in estate. Come riporta la Gazzetta dello Sport, ci sono alcune idee abbastanza chiare: Classicissima a metà luglio, possibile posticipo di un mese della Grande Boucle che dunque dal 27 giugno potrebbe slittare al 25 luglio per concludersi il 16 agosto, Vuelta di Spagna subito a seguire e senza le prime tappe in Olanda, Giro d’Italia con il via il 3 ottobre modificando la partenza (prevista originariamente in Ungheria). Giro di Lombardia il 31 ottobre o anche il 7 novembre visto che il calendario andrà avanti fino a autunno inoltrato. In questo caso la corsa rosa arriverebbe in Romagna a metà autunno (14, 15 e 16 ottobre) in un contesto abbastanza anomalo per le corse ciclistiche.