Domenica 31 Maggio03:36:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giovane imprenditore di Santarcangelo dona oltre 1400 mascherine

E' Mattia Mancini, titolare della Derma 2.0: "Presto altre 3000 mascherine pronte per essere donate"

Attualità Santarcangelo di Romagna | 12:58 - 03 Aprile 2020 Mattia Mancini durante la consegna delle mascherine alla Polizia Municipale Unione Rubicone Mattia Mancini durante la consegna delle mascherine alla Polizia Municipale Unione Rubicone.

Da sette anni a Santarcangelo di Romagna, cittadina storica nel primo entroterra riminese, è attiva una giovane e dinamica azienda che ha fatto dell’online il proprio core business nel campo dell’estetica e della medicina estetica. Derma 2.0, questo è il nome di questa realtà, è nata dall’intuizione di un giovane imprenditore, Mattia Mancini, che nel lontano 2013 tra le mura di casa propria iniziò aprendo un negozio online di prodotti per estetica, da qui l’ascesa fino ai giorni nostri che vedono Derma 2.0 come aziendale leader nel settore della produzione, commercializzazione e formazione nel campo estetico e medico estetico.

« In questo momento di emergenza moltissimi prodotti che non abbiamo mai identificato come bene primario sono entrati violentemente e repentinamente tra i bisogni essenziali dei cittadini e di molte strutture, pensiamo alle mascherine, ai disinfettanti, ai guanti, agli igienizzanti… » sostiene Mattia Mancini CEO di Derma 2.0® « e alla luce di questa nuova configurazione della richiesta molte aziende hanno riconvertito le loro produzioni o commercializzazioni per rispondere alle esigenze di mercato, ma questo a mio avviso non è fare una vera azione di solidarietà è un semplice riposizionamento di mercato ».
Effettivamente in questi giorni di carenza di mascherine moltissime aziende hanno pensato di convertire le proprie produzioni verso questo genere di prodotto ma quanto c’è di sociale dietro a questa decisione e quanto, invece, questa decisione rappresenta un buon piano di marketing basato sull’assioma domanda - offerta?

«  Io personalmente, ho avuto la fortuna, nonostante le chiusure imposte dai Decreti di avere una continuità nel mio business, anzi devo dire che il mese di Marzo ha visto anche una crescita di fatturati rispetto allo scorso anno, questo è frutto di un progetto aziendale che non subisce le conseguenze di uno stop avendo come cardine il commercio online » spiega Mattia Mancini « proprio questa crescita di fatturato è stato l’elemento che ha fatto maturare in me la decisione di aprire un canale etico di mercato, ho pensato ad una sorta di investimento a fondo perduto nei confronti della comunità, e così ho instaurato un rapporto commerciale con un produttore di mascherine, ho avviato una produzione di disinfettanti a base alcolica e sto donando questi prodotti alle Istituzioni territoriali che ne denotano bisogno a fondo perduto e concedendole gratuitamente. Attualmente ho già donato 1000 mascherine alla Protezione Civile del Comune di Santarcangelo di Romagna, 400 mascherine, guanti, disinfettanti, alla Polizia Locale unione Rubicone e Mare oltre che disinfettanti e guanti. A breve riceverò un ulteriore stock di 3000 mascherine e nel giro di qualche giorno avrò pronti i gel sanificanti mani, anche questi prodotti saranno destinati ad Enti ed Istituzioni che stanno vivendo momenti difficili».