Domenica 25 Ottobre17:40:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Esenzione del pedaggio in autostrada per il personale sanitario in servizio per l'emergenza

Ampliate le esenzioni già previste per le ambulanze, estese anche ai mezzi di associazioni

Attualità Nazionale | 08:29 - 03 Aprile 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

A partire da venerdì gli operatori sanitari impegnati nell'emergenza Covid-19 non pagheranno il ticket (o il Telepass) per usufruire del collegamento autostradale, anche nel tragitto casa-lavoro. Lo ha deliberato Autostrade per l’Italia, d’intesa con il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. L’esenzione è valida su tutta la rete autostradale gestita da Aspi e resterà in vigore fino alla fine di emergenza.
 
Basta inviare il modulo di autocertificazione all’indirizzo mail agevolazionecovid19@aiscat.it. Ai possessori di Telepass non saranno addebitati, o verranno successivamente stornati, i transiti oggetto di esenzione. Gli operatori sanitari senza Telepass potranno invece dichiarare al casello di essere in viaggio per prestare servizio relativamente all’emergenza, ricevendo così un rapporto di mancato pagamento che andrà inviato allo stesso indirizzo email, unitamente al modulo di autocertificazione.
 
L'esenzione già prevista per le ambulanze viene inoltre ampliata a ogni mezzo, anche quelli condotti da associazioni di volontariato di ambito sanitario, che dovranno inviare ad Aiscat un’autocertificazione comprovante il fatto che il viaggio è legato a motivi relativi all’emergenza Covid19.

Informazioni e i moduli per l’attivazione delle esenzioni sono disponibili sul sito di Autostrade per l’Italia.