Marted́ 02 Giugno13:48:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rette scolastiche e abbonamenti sportivi non sospesi: tante segnalazioni a Federconsumatori Rimini

Alcuni istituti privati non hanno sospeso le rette, evidenzia il presidente Graziano Urbinati

Attualità Rimini | 13:07 - 02 Aprile 2020 Graziano Urbinati, presidente Federconsumatori Rimini Graziano Urbinati, presidente Federconsumatori Rimini.

Il presidente di Federconsumatori Rimini Graziano Urbinati segnala in una nota alcune problematiche relative alle richieste di pagamento di rette mensili da parte di istituti privati o paritari, nonché sugli abbonamenti sportivi, durante il verificarsi della pandemia da Covid 19. Secondo quanto riportato nella nota, alcuni istituti privati o paritari hanno richiesto il pagamento integrale delle rette mensili, a partire dal mese di marzo 2020,  sulla scorta di presunte spese di gestione non ammortizzabili. Federconsumatori Rimini ha immediatamente allertato l'assessore alla scuola del Comune di Rimini, Mattia Morolli, evidenziando che altre strutture hanno abbattuto le rette per aiutare le famiglie in un momento di difficoltà economica. Sugli abbonamenti sportivi, sono giunte segnalazioni a Federconsumatori Rimini sul fatto che alcuni impianti sportivi non abbiano previsto una sospensione degli abbonamenti, nell'attesa di individuare un nuovo periodo di fruizione da parte del consumatore. Federconsumatori sollecita all'individuazione di una soluzione, auspicando inoltre che il governo possa emanare ulteriori provvedimenti per definire queste specifiche situazioni.

Federconsumatori Rimini ricorda infine la sospensione dell’attività di ricevimento allo sportello fino a fine marzo. Chi avesse bisogno di consulenza ed assistenza può scrivere su segreteria@federconsumatoririmini.it oppure telefonare al numero 380.3876127 dal lunedì al venerdì dale 9.00 alle 12.00.