Giovedý 02 Aprile18:01:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Alta Valmarecchia: la neve blocca i volontari per la distribuzione delle medicine, è polemica

Il presidente della Federfarma Rimini: "ci ho pensato io, ma l'assessorato regionale alla salute ha sbagliato"

Attualità Novafeltria | 15:04 - 26 Marzo 2020 Neve a Perticara Neve a Perticara.

Le immagini eloquenti arrivano dalla Valmarecchia: a scattarle è Daniele Raganato, Presidente di Federfarma Rimini“Qui non c’è ombra dei volontari incaricati della distribuzione a domicilio dei farmaci ospedalieri previsti dalla direttiva dell’Assessorato alla Salute della Regione Emilia Romagna - dice Raganato -. Fortunatamente da ragazzo ho fatto un corso di guida su neve e riesco a occuparmi personalmente della distribuzione. A ciò si aggiunga – conclude – che le prenotazioni fatte da me e molti colleghi   via mail e dirottate ai volontari non sono arrivate al paziente”.

Dando ovviamente atto all’eccezionalità della situazione, con una nevicata a fine marzo che nessuno poteva prevedere di tale portata, la situazione di crisi che stiamo vivendo imporrebbe come imprescindibile atteggiamento quello di aspettarsi il meglio essendo preparati al peggio.

"Se i farmaci ospedalieri fossero stati distribuiti dalle farmacie come da proposta più volte avanzata alla Regione oggi non ci troveremmo in questa situazione", spiega Raganato, con riferimento alla polemica nata tra le associazioni di farmacisti pubblici e privati da un lato e la Regione dall’altroFederfarma e Assofarm avevano infatti proposto all’Assessore Donini di farsi carico senza oneri per la collettività della distribuzione dei farmaci reperibili solo nelle farmacie ospedaliere, sfruttando la capillarità della rete delle farmacie. Una proposta che, però, è stata respinta, preferendo avvalersi della disponibilità di volontari (rimborsati) che oggi sono stati fermati dalle condizioni meteorologiche.