Marted́ 31 Marzo19:18:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bilancio dell'attività della Protezione Civile Riviera del Conca

Consegna di materiale e spesa, funzione informativa, supporto ai blocchi stradali e tanto altro

Attualità Valconca | 12:32 - 26 Marzo 2020 Bilancio dell'attività della Protezione Civile Riviera del Conca

Consegna di volantini informativi presso le attività di cinque Comuni del distretto Sud, consegna di generi alimentari e di prima necessità, oltre che di farmaci, supporto nell’approntare i blocchi stradali e le chiusure delle vie secondarie di accesso da Nord a Sud, tutto questo è stato il lavoro della svolto dalla Funzione 3 del Centro operativo intercomunale (C.O.I) della Protezione Civile, Riviera del Conca dall’attivazione del 27 febbraio 2020 delle misure di contenimento del diffondersi dell’infezione Covid-19. 

Il sistema di Protezione Civile è un organismo complesso. Fra le strutture operative del sistema nazionale di protezione civile (di cui fanno parte il coordinamento della Presidenza Consiglio dei Ministri, Capo Dipartimento, Prefetture, Presidenza di Regione, Centri Operativi Comunali), Funzione 3 del Centro operativo intercomunale (C.O.I) della Protezione Civile, Riviera del Conca rappresenta l'ultimo anello, quello più a diretto contatto con le persone e il territorio. E’ la struttura operativa in mano all'autorità di Protezione Civile che è il sindaco di Riccione, Renata Tosi. Il responsabile di questa struttura è lo stesso responsabile del settore Ambiente del Comune di Riccione, Mario Sala, che si avvale di funzioni di supporto tra le quali c'è quella ad esempio che gestisce e dirige le attività del volontariato (F3) e quella che gestisce e dirige la funzione sanità (F2) che fa capo al sindaco come autorità sanitaria comunale. Il progetto a supporto delle utenze fragili vede l'impiego del personale dello sportello sociale coordinato da F2 dei 5 comuni (Cattolica, San Giovanni in Marignano, Morciano, Coriano e Riccione) che contatta gli over 65 soli attraverso le banche dati a sua disposizione (anagrafi comunali e dell'AUSL) e chiede loro le necessità (farmaci e beni di prima necessità) le quali vengono trasmesse alla F3 che organizza con i volontari le spese e le consegne. 

Durante la prima settimana di marzo la cosiddetta Funzione 3 del Centro operativo intercomunale (C.O.I) della Protezione Civile, Riviera del Conca ha consegnato alle attività economiche copia delle prime ordinanze emesse (sia sindacali che nazionali). Questa attività è stata svolta tramite le associazioni di volontariato Arcione Riccione, ANC Valconca, CRI Riccione. Il totale delle attività coperte su i 5 comuni associati è di 803 .

Dal 12 marzo è stata poi attivata tramite i servizi sociali dei comuni  dell’ambito del COI la consegna di farmaci, alimentari e altro svolta sempre con l'ausilio delle tre associazioni convenzionate con il COI (Arcione, CRI e ANC). Al momento sono state effettuate più di 45 consegne, suddivise in un 50% di farmaci, 40% alimentari e un 10% varie. Tutte persone senza rete familiare. Sono state ovviamente soddisfatte anche le richieste più particolari tipo la riparazione di occhiali.

Dal 16 marzo si è attivato il servizio di informazione alla popolazione, veicolato tramite messaggi radiofonici sia dai veicoli dell’associazione Arcione, sia dal veicolo del COI. 

Dal 22 marzo con i responsabili di COI, Funzione 1 e 3 sono stati attivati  servizi per la chiusura strade con varchi e blocchi come da ordinanza sindacale, insieme al supporto delle partecipata tipo Geat impiegate per il reperimento e  sistemazione dei materiali e dei mezzi.

Dalla Protezione Civile dunque un solo importante appello: "Aiutateci ad aiutarvi, restate a casa”.