Mercoledý 12 Agosto03:20:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus Rimini, in provincia quasi dimezzati i contagi: i dati fanno ben sperare

I decessi registrati nel riminese nelle ultime 24 ore sono 9

Attualità Rimini | 15:57 - 24 Marzo 2020 I dati aggiornati sui contagi da Coronavirus nel riminese I dati aggiornati sui contagi da Coronavirus nel riminese.

Grafico aggiornato con l'andamento della pandemia in provincia di Rimini

Salgono a 1084 i contagiati da Coronavirus nel riminese, compresi 54 cittadini che risiedono fuori Provincia. Rispetto a ieri e rispetto all'ultimo periodo il numero dei nuovi contagiati è inferiore: 49. I decessi registrati nel riminese nelle ultime 24 ore sono 9.

"Potrebbe essere un'inversione di tendenza, ma non si può mollare la guardia", ha spiegato il commissario straordinario alla Sanità Sergio Venturi. "Agli amici di Rimini segnalo di stare davvero nelle case, perché questo contenimento deve assolutamente consolidarsi". In sostanza Rimini gioca in questi giorni la partita cruciale: bisogna confermare anche nei prossimi giorni questo calo.


La nota della Provincia di Rimini


In merito agli aggiornamenti sul quadro sanitario della provincia, a seguito della conferenza stampa tenuta nel pomeriggio dal Commissario ad acta per l’emergenza Coronavirus Sergio Venturi, l’AUSL ha comunicato i dati specifici per la provincia riminese.  
Dei 49 nuovi pazienti risultati positivi a Coronavirus, comunicati dalla Regione, 47 sono residenti in provincia di Rimini e gli altri 2 fuori provincia.
In un quadro complessivo si registrano 1.084 casi diagnosticati a Rimini, che riguardano 1.030  residenti in provincia e 54 cittadini di fuori provincia.   
Per quanto riguarda i 47 residenti in provincia, 27 sono maschi e 20 femmine. Sempre di questi pazienti, 22 sono in isolamento domiciliare perché privi di sintomi o con sintomi lievi e 25 ricoverati, di cui 2 in Terapia intensiva.
Purtroppo sono stati segnalati ulteriori 9 decessi, concernenti 3 pazienti di sesso femminile di 77, 80 e 84 anni, e 6 pazienti di sesso maschile di 60, 76, 2 pazienti di 80, 87 e 92 anni.
Si registrano, infine, ulteriori 3 guarigioni cliniche, per una donna e due pazienti di sesso maschile.
Ulteriori 30 persone circa sono uscite dalla quarantena, per un totale di circa 230. 
Restano attualmente in isolamento domiciliare oltre 1.650 unità, comprendenti sia le persone ammalate sia quelle che hanno avuto contatti stretti con casi positivi accertati.