Giovedý 02 Aprile16:47:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sant'Agata Feltria, marito e moglie over 60 in piazza "a caccia" del wi fi: denunciati

Stessa sorte per un 55enne di Novafeltria. In totale altri otto denunciati per mancato rispetto norme anti covid-19

Cronaca Novafeltria | 14:42 - 24 Marzo 2020 Una pattuglia dei Carabinieri di Novafeltria a presidio del confine con Gualdicciol Una pattuglia dei Carabinieri di Novafeltria a presidio del confine con Gualdicciol.

Prosegue l'attività di controllo posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Novafeltria per verificare il rispetto delle normative anti diffusione di contagi da Covid-19. Dal pomeriggio di ieri (lunedì 23 marzo) sono stati controllati 23 esercizi e 103 persone, otto quelle denunciate. Una 49enne moldava, residente a Verucchio, controllata a Secchiano, si è giustificata dicendo di essere la badante di un'anziana del posto, ma non ha saputo né dare l'indirizzo, né il numero telefonico della donna. Dagli accertamenti è risultato che il suo permesso di soggiorno era scaduto nel giugno 2019. E' stata denunciata non solo per il mancato rispetto delle normative anti Covid-19, ma anche per inosservanza delle disposizioni dell’autorità ai sensi dell’art. 10 bis Testo Unico sull’Immigrazione per "soggiorno illegale nel territorio dello Stato".

Un 59enne di San Leo, domiciliato a Talamello, è stato fermato in località Dogana di Verucchio: aveva eseguito un lavoro di riparazione in un'azienda, ma poi ha detto di aver fatto un giro, "stufo di stare a casa". Un 47enne e una 30enne di Pennabilli sono stati denunciati, in quanto arrivati a Novafeltria per fare la spesa. Sorprendente il caso di un 71enne e di una 61enne di Sant'Agata Feltria, visti dai Carabinieri mentre erano a bordo della loro automobile ferma in piazza Garibaldi: "Il wi-fi a casa non funziona, utilizziamo quello pubblico". Stessa scusa di un 55enne di Novafeltria, fermato lontano dalla propria abitazione, in una frazione del Comune, che ha detto di voler utilizzare il wi-fi gratuito del bar (attualmente chiuso) per leggere le notizie online. L'ultimo denunciato è una 46enne di Novafeltria, sorpresa nei pressi del campo sportivo di Perticara durante una passeggiata. La donna era intenta a utilizzare il proprio telefonino per chiamare e chattare.

La Compagnia Carabinieri di Novafeltria ricorda in una nota che le disposizioni "hanno principalmente lo scopo di limitare la circolazione delle persone al fine di tutelare il diritto alla salute di tutta la comunità e in secondo luogo quello di evitare che il nostro sistema sanitario vada al collasso. Quindi si ricorda nuovamente che le motivazioni per potersi spostare sono soltanto le seguenti: comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità e motivi di salute. Per qualsiasi dubbio prima di muoversi contattate il numero di emergenza 112"