Venerd́ 10 Luglio09:49:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Prima cercano un locale aperto, poi si addormentano ubriachi in auto: denunciati due volte

Si tratta di due ucraini trentenni. Pizzicato anche un ambulante calabrese intento a vendere prodotti

Attualità Rimini | 16:38 - 23 Marzo 2020 Controlli della polizia di Stato sulle strade riminesi Controlli della polizia di Stato sulle strade riminesi.

Prima vagano in tre a bordo di un'auto per la città di Rimini, alla ricerca di un locale aperto dove trascorrere il tempo, poi vengono sorpresi in due a dormire in auto. Entrambe le volte sono stati sorpresi e denunciati dalla Polizia di Stato. Il primo episodio risale alle 10.20 di domenica: i tre ucraini di 40, 34 e 30 anni sono stati fermati in via Tripoli e si sono giustificati dicendo di essere alla ricerca di qualcosa di aperto. Nel pomeriggio è poi arrivata una segnalazione di un'auto parcheggiata lungo via Romagna con a bordo due persone che dormivano: erano i più giovani che hanno detto di essersi fermati perché ubriachi, sono stati quindi denunciati per la seconda volta in violazione alle normative di contrasto al Coronavirus.

Sempre domenica mattina sono stati segnalati all'autorità giudiziaria un ambulante 57enne di Corigliano Calabro per essersi messo vicino al parco Pertini con il suo furgoncino a vendere prodotti tipici, un coetaneo di Avellino per essere andato a cercare un supermercato troppo lontano da casa sua nel giorno in cui la nuova ordinanza regionale peraltro ne prevede la chiusura, infine una proprietaria di un minimarket perché aveva aperto le serrande alle 10 quando proprio le nuove regole non lo permettono.