Venerd́ 03 Aprile18:29:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Santarcangelo quasi dimezzati gli accessi in Ztl e ridotti a un quarto gli incidenti rilevati

Le disposizioni anti Coronavirus fanno bene al traffico e alla circolazione

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:52 - 23 Marzo 2020 A Santarcangelo quasi dimezzati gli accessi in Ztl e ridotti a un quarto gli incidenti rilevati

Rispetto allo stesso periodo del 2019, nei primi venti giorni di marzo di quest’anno calano di oltre il 44 per cento gli ingressi nella zona a traffico limitato del centro storico alto di Santarcangelo di Romagna e anche gli incidenti rilevati nei tre comuni della bassa Valmarecchia diminuiscono significativamente.

In seguito alle disposizioni nazionali e regionali per il contenimento della diffusione del Coronavirus che hanno ridotto considerevolmente gli spostamenti, gli agenti della polizia locale Vallemarecchia hanno registrato un forte calo negli ingressi dei veicoli alla Ztl C, quella dotata di varchi con telecamere per la lettura ottica delle targhe. A fronte dei 7.456 veicoli transitati nella zona traffico limitato tra il 1° e il 21 marzo 2019, sono 4.145 quelli che hanno superato i varchi nello stesso lasso di tempo nell’anno in corso. Più lieve invece il calo nel mese di febbraio (- 627 veicoli) che non ha visto misure altrettanto restrittive sugli spostamenti.

Ancor più significativa la riduzione dei sinistri rilevati, sempre dal 1° al 21 marzo: 12 nel 2019 e tre nel 2020 (- 75%), diminuzione sicuramente dovuta a un afflusso di traffico estremamente ridotto.

Nel frattempo, proseguono i controlli della Polizia Locale che collabora con le Forze dell’ordine per assicurare il rispetto dei decreti nazionali e regionali per il contenimento del Coronavirus: negli ultimi giorni sono circa una decina le denunce rilevate dagli agenti per il mancato rispetto dell’obbligo di spostarsi senza giustificato motivo. Oltre alla compilazione dell’autocertificazione – che può essere effettuata anche al momento dell’eventuale controllo – gli spostamenti devono infatti essere funzionali esclusivamente a comprovate esigenze lavorative, di salute o assoluta urgenza.