Venerd́ 10 Aprile13:28:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La cultura non si ferma: le iniziative di Santarcangelo, protagonisti anche Samuele Bersani e Pupi Avati

Un work in progress, insieme a Santarcangelo Festival e al Cantiere poetico per Santarcangelo

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:22 - 21 Marzo 2020 Samuele Bersani Samuele Bersani.

Spettacoli in video, musica, conferenze, incontri, consigli di lettura e curiosità: sono alcune tipologie di proposte che gli istituti culturali di Santarcangelo offriranno in rete sui profili social della biblioteca Baldini e dei Musei comunali a partire da lunedì 23 marzo.

Un work in progress, insieme a Santarcangelo Festival e al Cantiere poetico per Santarcangelo, che si implementerà di giorno in giorno e che si integra con le iniziative promosse in rete dalla Regione Emilia-Romagna.

Samuele Bersani – che alla prima edizione del Cantiere poetico ha raccontato della sua passione per Raffaello Baldini – Lella Costa, Tullio De Mauro e Pupi Avati sono alcuni dei personaggi che si potranno incontrare in questa settimana dedicata alla cultura.

Si potranno rivivere inoltre gli interventi dei protagonisti del progetto Costruire una storia, ideato in occasione del cinquantesimo anniversario del Festival del Teatro: un ciclo di incontri con gli storici direttori artistici tra cui Antonio Attisani e Roberto Bacci.
Si comincerà lunedì 23 con il Cantiere poetico. Dopo la settimana di tributo a Tonino Guerra conclusa con la Giornata mondiale della poesia si continua con la tradizione poetica di Santarcangelo, rinnovata a partire dal 2015 con la formula originale del Cantiere poetico. Alcuni degli incontri più interessanti visti a Santarcangelo, che hanno dato il senso di quanto l’esperienza del cosiddetto “Circolo del giudizio” abbia influenzato come un vero e proprio movimento culturale la produzione artistica contemporanea, vengono riproposti in versione integrale.

In occasione della Giornata mondiale del teatro il prossimo venerdì 27 marzo partirà invece la condivisione online delle registrazioni integrali degli incontri con i direttori artistici che hanno fatto la storia di Santarcangelo Festival dagli anni ‘70 ad oggi.
Ma il programma non si fermerà qui. Nelle prossime settimane altre iniziative, altri protagonisti della cultura e della storia di Santarcangelo saranno coinvolti, per creare un’occasione di accesso alla cultura tra le mura domestiche per tutti, in questo momento in cui restare a casa è doveroso.