Luned́ 13 Luglio03:03:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus, il presidente Bonaccini: 'La stretta su Rimini è stata una richiesta dei sindaci'

"Restiamo a casa. Se ognuno di noi fa la sua parte il virus lo fermiamo"

Attualità Rimini | 11:04 - 21 Marzo 2020 Il presidente della Regione Stefano Bonaccini Il presidente della Regione Stefano Bonaccini.

E' stato "un documento dei sindaci che chiedeva misure restrittive delle attività economiche e della mobilità delle persone fino a prefigurare l'istituzione di una vera e propria nuova zona rossa" a indurre il presidente della Regione Emila- Romagna Stefano Bonaccini a porre ulteriori restrizione nell'area del riminese ". A sottolinearlo lo stesso Bonaccini, che su Facebook spiega i dettagli della nuova ordinanza emanata dalla Regione.
Bonaccini aggiunge di aver deciso "insieme al presidente della Provincia, al sindaco e al Prefetto di Rimini in seguito alla relazione inviata in Regione dal Direttore generale della Ausl di Romagna", dove "si chiedeva un intervento straordinario vista la 'preoccupante evoluzione epidemiologica del Covid-19' nel Riminese, territorio che confina anche con la provincia di Pesaro-Urbino, che a sua volta presenta un numero di positivi al virus altrettanto importante e in costante aumento". E conclude: "Rispettiamo tutti le regole, osservando in maniera rigorosa le limitazioni in vigore. Restiamo a casa. Se ognuno di noi fa la sua parte il virus lo fermiamo".