Venerd́ 07 Agosto20:32:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Controlli normative covid-19 a Novafeltria: denunciati ciclista e donna che prendeva il sole

In totale sono sei i denunciati in Valmarecchia, anche un 17enne di Verucchio

Cronaca Novafeltria | 14:41 - 19 Marzo 2020 Pattuglia dei Carabinieri di Novafeltria impegnati nei controlli nel centro abitato di Secchiano Pattuglia dei Carabinieri di Novafeltria impegnati nei controlli nel centro abitato di Secchiano.

Cinquantacinque persone e 20 esercizi pubblici controllati, sei persone denunciate: è il bilancio dei controlli operati tra ieri sera (mercoledì 18 marzo) e questa mattina (giovedì 19 marzo) dai Carabinieri della Compagnia di Novafeltria. A finire nei guai due cittadini di Poggio Torriana, un 58enne sorpreso ieri pomeriggio mentre bruciava della sterpaglia ai margini di un parcheggio, a circa 50 metri dalla propria abitazione, e un 31enne che girava in automobile nel centro storico, con la scusa di dover fare benzina. Tra i denunciati c'è anche un minorenne: un 17enne di Verucchio, che alle 23 di ieri, è stato sorpreso mentre acquistava un pacchetto di sigarette da un distributore di tabacchi. Il ragazzo ha cercato di giustificarsi dicendo di essere lì per comprare le sigarette per la madre. Denuncia anche per un cicloamatore 49enne di Rimini, sorpreso durante un'escursione in bicicletta sulla Strada Provinciale 22 Leontina a San Leo; per un 26enne di Novafeltria, che in tarda serata è stato trovato seduto all'esterno di un bar del centro cittadino, chiuso, e che si è giustificato dicendo di non aver nulla da fare in casa e di essere uscito per fumare una sigaretta. L'unica donna denunciata è una 34enne di Talamello, che questa mattina è stata sorpresa su una panchina del centro del suo comune, intenta a prendere il sole e a leggere un libro.

I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, in una nota, ricordano "che è consentito di poter circolare solo ed esclusivamente per:  comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute, dietro presentazione di autocertificazione (scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno e da tanti altri siti o valida anche se scritta a mano o compilata alla presenza dei militari) che attesti appunto uno dei suddetti casi. Precisando ancora che in questo particolare momento storico tutti siamo chiamati ad una grande prova di responsabilità e di senso civico. In caso di dubbio prima di muoversi contattate il numero di emergenza 112".