Venerdė 10 Luglio08:00:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus Rimini: crescita ancora costante di casi positivi, oggi sono 578, più 69

Tre nuovi decessi, il totale sale a 31. In regione 478 casi in più rispetto a lunedì 16 marzo

Attualità Rimini | 17:48 - 17 Marzo 2020 Il commissario straordinario alla sanità Sergio Venturi Il commissario straordinario alla sanità Sergio Venturi.

Grafico aggiornato con l'andamento della pandemia in provincia di Rimini

Cresce di altre 69 unità il numero di contagiati da Coronavirus nel riminese. Il totale è di 578. Purtroppo si aggiungono altri tre decessi, per un totale di 31. 

In totale in regione sono 478 i casi in più rispetto a ieri (lunedì 16 marzo), 4000 contagiati totali (un terzo con sintomatologia lieve, 223 ricoverati in terapia intensiva). Una crescita più contenuta rispetto a ieri, ma ancora sostanziosa, come evidenziato dal Commissario straordinario alla sanità della Regione, Sergio Venturi.

La nota della Prefettura di Rimini

L’Ausl Romagna ha comunicato gli ultimi dati aggiornati sulla situazione sanitaria nella provincia riminese, comunicati dalla Regione, indicando 69 nuovi pazienti risultati positivi a Coronavirus, dei quali 64 sono residenti in provincia di Rimini mentre altri 5 risultano residenti fuori provincia. 
In un quadro complessivo si registrano 578 casi diagnosticati a Rimini: 551 in residenti in provincia e 27 in cittadini fuori provincia.    
Concentrando l’attenzione sui residenti in provincia di Rimini, è da osservare che i nuovi casi sono rappresentati da 31 uomini e 33 donne. Di essi 37 sono ricoverati in ospedale e gli altri 27 risultano a domicilio in quanto privi di sintomi o con sintomi leggeri.  
Per quanto riguarda i 3 decessi, si tratta di 1 donna di 54 anni e di 2 uomini di 74 e 80 anni.  
Infine, l’Azienda sanitaria riporta il dato secondo cui ulteriori 10 persone escono oggi dal periodo di quarantena. Al riguardo, il totale di coloro che hanno terminato la quarantena senza più sintomi risulta essere di circa 115. 
Sono circa 1.200 le persone che ancora sono in isolamento domiciliare, e che comprendono sia le persone ammalate sia quelle che hanno avuto contatti stretti con casi positivi accertati.


La nota della regione Emilia Romagna


In Emilia-Romagna sono complessivamente 4 mila i casi di positività al Coronavirus, 478 in più rispetto all’aggiornamento di ieri. Passano da 13.096 a 14.510 i campioni refertati. Si tratta di dati disponibili e accertati alle ore 12.00, sulla base delle richieste istituzionali.

Complessivamente, sono 1.466 le persone in isolamento a casa perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi; quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 223 (26 in più rispetto a ieri). E salgono a 134 (ieri erano 88) le guarigioni, 117 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 17 dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultata negativa in due test consecutivi.

Purtroppo, però, crescono anche i decessi, passati da 34639650, quindi, quelli nuovi; per 4 delle persone decedute erano note patologie pregresse, in qualche caso plurime, mentre per le altre sono in corso approfondimenti epidemiologici. I nuovi decessi registrati riguardano 26 residenti nella provincia di Piacenza, 6 in quella di Parma, 3 in quella di Rimini, 4 in quella di Reggio Emilia, 3 in quella di Modena, 1 a Forlì e 3 in quella di Bologna, due dei quali a Medicina; due persone decedute erano residenti fuori regione.

In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 1.204 (131 in più rispetto a ieri), Parma 800 (93 in più), Rimini 578 (69 in più), Modena 460 (20 in più), Reggio Emilia 299 (58 in più), Bologna 333 (complessivamente 42 in più, di cui 10 a Imola e 32 a Bologna), Ravenna 124 (10 in più), Forlì-Cesena  144 (di cui 74 a Forlì, 22 in più rispetto a ieri, e 70 a Cesena, 19 in più rispetto a ieri),  Ferrara 58 (14 in più rispetto a ieri). 

2.480 posti letto aggiuntivi già allestiti, 218 in più di ieri: 2.111 ordinari e 369 di terapia intensiva

Tra ieri e oggi in tutta l’Emilia-Romagna sono stati allestiti ulteriori 218 posti letto per i pazienti colpiti da Coronavirus, che complessivamente passano da 2.262 a 2.480, tra ordinari (2.111) e di terapia intensiva (369).Un lavoro che procede a ritmo serrato, quellomesso in campo dalla rete ospedaliera dell’intero territorio per attuare il piano di rafforzamento regionale.

Nello specifico: 606 posti letto aggiuntivi a Piacenza (di cui 40 per terapia intensiva), 585 a Parma (49 terapia intensiva), 342 a Reggio (42 terapia intensiva), 246 a Modena (66 terapia intensiva), 324 nell’area metropolitana di Bologna e Imola (91 per terapia intensiva), 68 a Ferrara (21 terapia intensiva), 309 in Romagna (in particolare: 145 Rimini, di cui 23 per terapia intensiva; 56 Ravenna, di cui 12 per terapia intensiva; 55 Forlì, di cui 8 per terapia intensiva; 47 Cesena, di cui 17 per terapia intensiva, 6 Lugo).