Domenica 12 Luglio05:05:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Storie belle: la musica passa da live a online grazie ai progetti #artistidacasa e #acasalive

Due iniziative per far circolare l'arte e combattere l'isolamento da Coronavirus

Attualità Rimini | 16:32 - 16 Marzo 2020 L'immagine di copertina del progetto di the Soundcheck #acasalive, sostenuto da Parole Indie L'immagine di copertina del progetto di the Soundcheck #acasalive, sostenuto da Parole Indie.

La prima si chiama #acasalive, per far esibire artisti emergenti sulle loro pagine Istagram. La seconda #artistidacasa, un concertone in streaming 18 artisti e un grande show in streaming per combattere l’isolamento da coronavirus. Sono due iniziative che si ricalcano e che nascono da due progetti differenti, per far circolare la musica online e combattere la solitudine e l'isolamento da Coronavirus. Ecco la nostra storia bella di oggi. 

La prima iniziativa nasce da un'idea dal progetto editoriale riminese the Soundcheck, con uno staff che è sparso un po' in tutta Italia e che da settimane condivide la preoccupazione per l’annullamento di tanti eventi. Così dopo un breve confronto e la circolazione fluida di un'idea fra tutte, lo staff ha pensato bene di organizzare dei concerti social no profit unendo artisti emergenti e altri più conosciuti per creare delle live session casalinghe da trasmettere in diretta sulla pagina Instagram del singolo artista.

Creato e strutturato a livello artistico e organizzativo da Annalisa Senatore e Greta Anello, #acasalive è un progetto condiviso con Parole Indie, main partner ufficiale nella condivisione dei contenuti e nella trasmissione delle informazioni relative al progetto. Lunedì 16 marzo la prima diretta. Settimanalmente uscirà #acasalive weekly, podcast prodotto e gestito su Spotify da Slang Radio, uno dei nostri collaboratori.

Domani invece a partire dalle 21 in diretta streaming stavolta su Facebook 18 artisti, tra cui i riminesi Matteo Cucchi e Simone Baldazzi (Rimini). L'idea stavolta è di Nicola Previti, illusionista e direttore artistico del progetto, che ha lanciato un appello sui social che a cui hanno risposto oltre 50 professionisti. Da casa a casa, il progetto connetterà virtualmente e contemporaneamente città sparse per tutta Italia. Il pubblico, comodamente seduto da casa, per assistere allo show dovrà semplicemente collegarsi al canale Youtube anche direttamente da smartTV con l’apposita applicazione e in diretta dalla pagina Facebook (@artistidacasa) e godersi le esibizioni.


Segnalateci le vostre storie belle redazione@altarimini.it (oggetto della mail: STORIE BELLE): le più significative saranno approfondite e pubblicate nel nostro sito.